­

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Gli elefanti riservano tante sorprese... scopritele assieme a Viaggigiovani.it!

L’elefante africano (Loxodonta africana) è il più grande mammifero terrestre del mondo e uno dei migliori ingegneri naturali dell’ecosistema, poiché contribuisce enormemente a mantenere l’equilibrio tra l’ecosistema boschivo e quello erboso. Il loro impatto positivo sulla biodiversità nei grandi ecosistemi non recintati e il loro impatto potenzialmente negativo sugli stessi ambienti recintati, la rendono una specie fondamentale per l'Africa. Qui di seguito 17 curiosità sugli elefanti che dovete assolutamente sapere:

 

1. Hanno migliaia di muscoli nella proboscide

Ci sono circa 50.000 muscoli nella proboscide di un elefante, suddivisi in 6 gruppi muscolari, e nessun osso. Ciò è paragonabile ai 639 muscoli dell’intero corpo umano! La cosa più simile alla proboscide di un elefante che abbiamo è la lingua. Gli elefanti usano la loro proboscide per respirare, bere, mangiare, annusare, immergersi, combattere, comunicare, toccare, sentire, tenere, afferrare e spingere. E' difficile pensare a qualsiasi altra cosa che sia così versatile!

 

2. Sono...poco sportivi

Gli elefanti non sono in grado di saltare o galoppare. Possono solo camminare a varie velocità – da una camminata lenta ad una moderata “passeggiatina” fino ad una veloce “corsetta” durante la quale il passo resta lo stesso ma le velocità delle gambe aumenta. La velocità massima che raggiungono è di 24 km/hr.

 

3. Anche tra gli elefanti ci sono i mancini

Ebbene sì! Gli elefanti sono sia “destrorsi” che “mancini”. Sono nati senza sapere come usare le loro proboscidi e hanno imparato a farlo crescendo. Così come gli umani, mostrano una preferenza tra il raccogliere oggetti a destra o a sinistra. Potreste capire quale lato preferiscono: le zanne, infatti, lì sono più corte (questo perché si erodono maggiormente da quella parte)!

 
Una manina tesa verso la proboscide di un elefante
 

Credit:

Waldermer Brandt
 

4. ...battono anche i segugi!

Si stima che l’olfatto degli elefanti sia quattro volte maggiore di quello di un segugio e 160 volte superiore a quello di un umano. Sono in grado di riconoscere l’odore dell’acqua a molti chilometri di distanza.

 

5. Sono indispensabili per alcune piante

Molte specie di alberi fanno affidamento sugli elefanti per diffondere i loro semi. Ma questo non è tutto. Molti semi hanno maggiori probabilità di germogliare dopo essere passati attraverso l’intestino di un elefante. Gli elefanti trasportano questi semi per molti chilometri mentre elaborano il cibo, prima di depositarli con i loro escrementi. Questi ultimi sono fertilizzanti fondamentali, ricchi di umidità e quindi un impulso alla vita.

 

6. Forniscono l'acqua a tutti

Durante la stagione secca gli elefanti forniscono l’accesso all’acqua ad altre specie. Scavano delle buche nei letti dei fiumi asciutti per arrivare all’acqua in profondità – disponendola così a quelle specie che non sono in grado di farlo. Inoltre allargano e compattano il fango per dare forma a dei grandi stagni, sempre in modo da fornire l’acqua a tutti gli altri animali. Questo sì che è altruismo!

 
Un elefante beve presso una pozza d'acqua
 

Credit:

Damian Patkowski
 

7. Sono pesi massimi

Gli elefanti sono i mammiferi terresti più pesanti in assoluto, dalle 4 alle 7 tonnellate, e i secondi più alti (dopo le giraffe), dai 3,1 ai 3,4 metri alle spalle. L’elefante più grande da record pesava 10,9 tonnellate ed era alto 3,9 metri alle spalle.

 

8. Sono le femmine a comandare

I branchi di elefanti sono guidati da vecchie elefantesse (matriarche), con giovani elefanti maschi che formano la loro piccola mandria dopo aver lasciato il branco riproduttivo. Spesso gli elefanti maschi più vecchi vagano da soli o con un gruppo ristretto di compagni (spesso chiamati “askaris”), incontrandosi poi con il branco riproduttivo quando le femmine sono in calore.

 

9. Sono molto longevi

Gli elefanti vivono fino a 50-70 anni. I maschi cominciano a contribuire al pool genetico all’età di 35-40 anni, mentre le femmine cominciano a riprodursi intorno ai 12-14 anni. La gestazione delle elefantesse è la più lunga di tutto il regno animale – dura ben 22 mesi!

 
Le matriarche sono al comando dei branchi di elefanti
 

Credit:

Ray Rui
 

10. I maschi in calore sono da tenere alla larga

Periodicamente gli elefanti maschi vanno in calore e questo succede quando i livelli di testosterone superano di 60 volte il normale. I sintomi includono un comportamento imprevedibile e aggressivo, fuoriuscita di liquido dalle ghiandole temporali dietro agli occhi e un cattivo odore. Tutti ottimi motivi per tenersi alla larga da loro in questo particolare periodo!

 

11. Hanno a cuore i loro simili

Gli elefanti si prendono cura dei loro morti e praticano dei rituali per le vecchie carcasse – ricoprono i corpi degli elefanti morti con delle piante e di frequente visitano le vecchie carcasse e si soffermano a toccarle delicatamente e raccogliere le ossa. Gli elefanti manifestano anche disturbi da stress post-traumatico e depressione. Sono ben più umani di quel che sembrano, non trovate?

 
Gli elefanti hanno forti legami
 

Credit:

Archi Fantom
 

12. I maschi sono...discreti nell'apparenza

I maschi degli elefanti hanno i testicoli interni, proprio come l’irace del capo – un roditore e stretto parente di questi mammiferi. L'ultima parte è decisamente la più difficile da credere!

 

13. Hanno piedi magici

Gli elefanti sono in grado di percepire segnali sismici attraverso i piedi, le gambe, le ossa della schiena e l’orecchio medio. Questi mammiferi comunicano tra di loro fino a 10 km di distanza per mezzo di rumori a bassa frequenza, sempre percepiti con i piedi.

 
Il piede dell'elefante è molto sensibile
 

Credit:

Kameron Kincade
 

14. Anche i loro denti sono preziosi

Gli elefanti muoiono di fame una volta che i loro denti cominciano a consumarsi. Nella loro vita producono 6 serie di denti, con ogni serie che spinge in avanti dalla parte posteriore della mascella per sostituire i denti usurati nella parte anteriore. Finite queste 6 serie, gli elefanti restano senza denti, non sono in grado di masticare il cibo, peggiorano il proprio stato e cadono in preda a malattie o ai predatori e muoiono di fame. Ciò è in contrasto con la condizione umana, dove una serie di denti nuovi spunta dalla parte superiore e inferiore della mascella, per sostituire il set originale di denti da latte.

 

15. Sono "esigenti"

Un elefante adulto ha bisogno di 300 kg di cibo e di 160 litri di acqua al giorno!

 

16. Sono animali a rischio d'estinzione

Gli elefanti africani sono elencati come CITES I (minacciati di estinzione) in tutti i paesi africani ad eccezione di Botswana, Namibia, Sudafrica e Zimbabwe, dove sono elencati come CITES II (non necessariamente minacciati di estinzione, ma all’interno dei quali il commercio deve essere controllato in modo da evitare un uso incompatibile con la loro sopravvivenza).

 
Elefanti solitari
 

Credit:

Tobias Adam
 

17. Il loro avorio e' la loro rovina

Su una popolazione totale stimata di 350.000 elefanti della savana, in media 96 vengono cacciati ogni giorno per l'avorio. La popolazione di elefanti della savana è diminuita dell'8% annuo dal 2007 al 2014. Si stima che siano rimasti solo 25-30 "animali con le zanne" (elefanti maschi con zanne di peso superiore a 45 kg su ciascun lato), con bracconieri e cacciatori di trofei che minacciano i restanti esemplari.

 
L'avorio dell'elefante
 

Credit:

Pawan Sharma
 

Ai Nomadi Moderni di Viaggigiovani.it gli animali stanno molto a cuore e gli elefanti sono senza dubbio animali che risentono degli effetti negativi del turismo (oltre ad essere di per sé minacciati). Invitiamo i nostri viaggiatori a rispettare ogni forma di vita incontrata durante un viaggio, poiché ognuna di esse concorre a rendere questo pianeta meraviglioso. Gli elefanti sono già stati protagonisti di uno nostro articolo che spiega il perché abbiamo smesso di cavalcarli. Fate anche voi la vostra parte e seguite i nostri consigli di viaggio! La natura ringrazierà.

 

 

Fonte:

Africa Geographic
­

Le nostre destinazioni

Per ogni destinazione, proponiamo itinerari non standardizzati, associati ad uno o più stili e modi di viaggiare.

 
­

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Lo promettiamo: non ti tempesteremo!

E-mail:
Per presa visione dell'informativa sul trattamento dei dati e consenso al trattamento per finalità relative al business e statistiche e di marketing, promozione, profilazione e trasferimento dati a terzi (4.c e 4.b dell’Informativa Privacy ai sensi degli artt. 13 e ss. Regolamento UE 679/2016).