­
Oman

Oman

Leggendario Paese di Sinbad il marinaio, terra delle “Mille e una Notte”, antica patria dell’incenso e della mirra: benvenuti nell'incontaminato Sultanato dell’Oman. L'Oman è una meta di cui si parla ancora poco (fortunatamente), con una storia millenaria e prospera, anche se bisogna partire dal XX secolo (il periodo della "Rinascita") per comprendere questo Paese, considerato un luogo dove "è possibile fare affari d’oro e provare meraviglie impensabili altrove".

Deserti, canyon, oasi, montagne e mare si intersecano ed alternano armoniosamente per regalare un paesaggio fantastico, in cui emergono villaggi, fortezze, castelli e mercati. Dall'eleganza di Muscat, l'affascinante e pulitissima capitale, agli imperdibili e innumerevoli forti e castelli disseminati in ogni dove, tra cui spiccano quelli di Nizwa, Bahla e Jabrin, dalle altissime dune a perdita d'occhio del Wahiba Sands alle incantevoli coste baciate dalle acque turchesi del golfo omonimo e dell'Oceano Indiano. Insomma una cartolina da viaggio perfetta! In Oman, soprattutto nelle regioni dell'entroterra, sono ancora vive molte delle tradizioni locali. Le usanze e le pratiche indigene trovano espressione privilegiata nell'abbigliamento, nella grande varietà di danze e canti che accompagnano le celebrazioni religiose.

Rimarrete letteralmente affascinati dal ricchissimo artigianato locale, proposto nei numerosi suk: amuleti, khanjar, gioielli, profumi, essenze di sandalo e incenso... una ricchezza evidente ma non ostentata, perché gli omaniti sono soprattutto ricchi dentro, cordiali, opsitali e gentili, fattori che valgono più di qualsiasi altro aspetto e potranno rendere estramemente genuino il vostro viaggio in Oman.

 
­
I nostri viaggi in Oman

­
Spoiler di emozioni omanite

­
Cosa vedere in Oman
­
Attività imperdibili in Oman

­
Pietanze tipiche Oman

­
Acquisti e souvenir Oman
­
Informazioni generali Oman

­
Playlist Oman on the road

­
Libri e Film sull'Oman

 

Tour Oman, le nostre proposte per magici viaggi in Oman

 
 
Oman Special | Tour Piccoli Gruppi

Oman Special Tour Piccoli Gruppi

Percorrere il Canyon Wadi Bani Awf rende questo viaggio in Oman avventuroso e unico. Non mancheranno Muscat, Wahiba Sands, Wadi Bani Khalid, Nizwa.

Prezzo: da 1.777 | Durata: 8 giorni
 
Oman Essential | Tour Piccoli Gruppi

Oman Essential Tour Piccoli Gruppi

Il suq di Muscat, le dune di Wahiba Sands, il canyon Wadi Shab, un viaggio in Oman e' questo e molto altro.

Prezzo: da 1.589 | Durata: 8 giorni
 

­ Ho sempre amato il deserto.
Ci si siede su una duna di sabbia.
Non si vede nulla. Non si sente nulla.
E tuttavia, qualche cosa risplende in silenzio. ­

Antonie De Saint-Exupéry

TRAILER OMAN, UNO SPOILER DI EMOZIONI IN HD

 

Credit:

Christian Muehlhauser

COSA VEDERE DURANTE UN TOUR OMAN

Cosa vedere in Oman? Di seguito una lista delle migliori località e luoghi di interesse da scoprire durante i viaggi in Oman secondo Viaggigiovani.it, senza tralasciare qualche chicca meno conosciuta.
Muscat

MUSCAT

Città dal fascino antico, circondata da splendidi deserti a ovest e dal sublime Golfo dell'Oman a est, Muscat è un sogno arabo con i suoi antichi souk, la splendida architettura medievale e una deliziosa offerta culinaria. "Muscat è un porto unico al mondo, dove è possibile fare affari d'oro e ammirare meraviglie impensabili altrove". La città, come scrisse Ahmed bin Majid al Najdi nel 1490, possiede ancora oggi un fascino indefinibile. In trent'anni, la capitale ha conosciuto uno sviluppo senza precedenti, infatti è passata dallo stato di cittadina marittima a quello di città con infrastrutture ultramoderne, ma senza grattacieli, con edifici tradizionali con la presenza di una cupola o finestra con arabeschi. Il risultato è una città piacevole, pulita, colorata, uniforme. L'interesse turistico principalmente è rivolto alla Grande Moschea, splendido edificio in marmo bianco, e alla vicina Città Vecchia di Muscat, tra cui spiccano il Bait Al-Baranda, il Suq di Mutrah, il Forte e la Torre di Guardia. Nei quartieri periferici oltre alle belle spiagge, ci sono anche altre attrattive degne di essere prese in considerazione.

Desiderate scoprire il fascino e la storia di Muscat? Lasciatevi convincere dal nostro tour Oman Special.

Nizwa

NIZWA

Isolata dai monti Hajar dalla costa e dalle influenze esterne portate nelle città costiere attraverso il commercio e la conquista, Nizwa si è sviluppata come un bastione del conservatorismo. Spina nel fianco di coloro che cercarono di unificare e governare il Paese, la città è dominata dalla sua principale forma di difesa, il massiccio forte di Nizwa, una struttura circolare alta circa 35 metri e con un diametro di 46 metri, uno strabiliante esempio di antica architettura omanita. La città di Nizwa era il punto di incontro tra i mercanti che portavano le merci dalle montagne e i mercanti che portavano le merci dal mare. Essendo la città il mercato regionale, non c'è da stupirsi che ancora oggi il Nizwa Souq sia uno dei luoghi principali da visitare nella zona. Nizwa è adagiata al centro di una pianura circondata da un'oasi verdeggiante di palme e da alcune delle vette più alte dell'Oman. Questa cittadina costituisce la porta d'accesso ai siti storici di Bahla e di Jabrin e può essere utilizzata come punto di partenza per le escursioni al Jebel Akhdar e al Jebel Shams.

Salto a Nizwa? Il tour Oman Essential è ciò che fa al caso vostro!

Wahiba Sands

WAHIBA SANDS

Uno dei luoghi più straordinari che si possono incontrare nel variegato paesaggio dell’Oman è senza dubbio il suo infinito deserto, il famoso Wahiba Sands. Questa vasta regione nord-occidentale dell'Oman, chiamata anche Sharqiya Sands o Ramlat al-Wahiba dai locali, si estende per 4.800 miglia quadrate di spazio desertico per lo più disabitato. L'area è famosa per le sue splendide dune dorate, altrettanto spettacolari di quelle del Sahara, anche se su scala minore. Una delle principali attrazioni è la presenza del secolare popolo beduino, specializzato nell'allevamento di cammelli per le gare organizzate in tutta la regione (che si tengono ogni anno da ottobre ad aprile). Lo stile di vita beduino, meno conservatore, permette anche alle donne di avere un ruolo più attivo nella società e sono immediatamente riconoscibili con i loro costumi dai colori vivaci, le maschere dettagliate e le vesti fluenti. Questo deserto inizia proprio ai margini delle cittadine che si trovano lungo la statale Nizwa-Sur e da qui, si possono percorre alcune piste battute con un fuoristrada, tra scenari indimenticabili, fatti da alte dune di sabbia color rame che si perdono nell’infinito, pozze colorate, cascate e spettacolari piantagioni terrazzate, che premiano gli escursionisti più ardimentosi.

Sur

SUR

Sur, una tranquilla cittadina della costa marina con le sue suggestive abitazioni tradizionali, è una piacevole fuga e una delle città più importanti della regione orientale. Un giro attraverso il labirinto dei vicoli di Sur rivela molte case antiche di pregio con porte intagliate e finestre arabescate. Grazie alla suggestiva Corniche, ai due forti, alle splendide spiagge situate nelle vicinanze e alla lunga tradizione di costruzione di dhow (detto sambuco, tradizionale barca a vela araba), Sur ha parecchio da offrire ai viaggiatori che si recano in questa zona d'Oman. La moderna città di Sur, comprese le sue aree commerciali, si estende per molti chilometri nell'entroterra ed è difficile stabilire quando si è raggiunto il centro della città. Le sue principali attrazioni sono il Bilad Sur Castle costruito per difendere la città dall'assalto dei predoni provenienti dall'interno, il Sunaysilah castle, il pittoresco villaggio di Ayjah e la fabbrica di dhow, tipiche imbarcazioni omanite.

Wadi Shab e Wadi Bani Khalid

WADI SHAB E WADI BANI KHALID

Chiamato "gola tra le rupi", il Wadi Shab è una delle principali attrattive del paese. Questo wadi premia anche gli escursionisti più riottosi con una serie di incantevoli pozze d’acqua, cascate e piantagioni terrazzate, alle quali i martin pescatori e i boschetti di oleandri rosa aggiungono splendide macchie di colore. Il Wadi Shab in Oman potrebbe non essere più una delle gemme nascoste del paese, ma c'è una buona ragione per cui questo wadi è così popolare: immaginate piscine turchesi e cristalline, formazioni rocciose e la vegetazione lussureggiante. Il Wadi Shab offre una miscela perfetta di serenità ed emozione, che lo rende una destinazione ideale per gli amanti della natura e dell'avventura. Potrete navigare attraverso stretti sentieri rocciosi, attraversare piscine poco profonde e guadare acque rinfrescanti. Ogni passo vi porterà più vicino al punto di arrivo, la grotta di Wadi Shab, che aggiungerà l'emozionante capitolo finale mentre vi infilate nello stretto ingresso. A poca distanza, troviamo anche il Wadi Bani Khalid, adornato di pozze color verde smeraldo e lussureggianti piantagioni. A differenza di altri wadi dell'Oman che sono asciutti nei mesi estivi, Wadi Bani Khalid è noto per avere un flusso d'acqua costante durante tutto l'anno. Il canyon roccioso e le scogliere dei monti Hajar lo rendono di una bellezza sorprendente e viene spesso definito il "paradiso del deserto". Situato a soli 2,5 km da Muscat, è uno dei preferiti dagli escursionisti ed è anche un famoso luogo di picnic, senza dimenticare le piscine, che sono perfette per nuotare.

Al Sawadi

AL SAWADI

Al Sawadi è una piccola città balneare situata sulla costa settentrionale dell'Oman, a circa 60 km dalla capitale Muscat. È nota per le sue bellissime spiagge sabbiose, le acque cristalline e le splendide barriere coralline, che la rendono una destinazione popolare per il nuoto, lo snorkeling e altri sport acquatici. La città ospita anche diversi hotel e resort di lusso, che offrono una vasta gamma di servizi e attività per i turisti. Inoltre, Al Sawadi è circondata da bellezze naturali, tra cui aspre montagne e paesaggi desertici, che la rendono un'ottima base per esplorare l'area circostante. Non si tratta certamente di una delle spiagge più belle della Penisola, ma ha un valore aggiunto: si trova di fronte alle isole Daymaniyat, luogo eccezionale noto per i suoi giardini di corallo e l’abbondante fauna acquatica. Questo gruppo di nove isolette disabitate ha una barriera corallina che si estende fino ad una profondità di 20 metri ed è considerato uno dei siti di immersione più belli del Sultanato dell’Oman.

 

ESPERIENZE DA PROVARE IN UN TOUR OMAN, LA TOP 5

 

 

COSA MANGIARE IN OMAN, I PIATTI TIPICI DELLA CUCINA OMANITA

Viaggigiovani.it ritiene che uno dei modi migliori per scoprire un paese sia il cibo! Tante opzioni tra cui scegliere ed in modi diversi, sia in piedi mangiando dello street food o comodamente seduti in un ottimo ristorante, le pietanze dell'Oman stupiscono! Cosa mangiare in Oman? La cucina omanita ha le caratteristiche della cucina araba: riso basmati, spezie e caffè (a base di cardamomo), servito senza zucchero e decisamente aromatico. Grazie al lungo tratto di costa, la cucina omanita fa abbondante uso di pesce. Ricordiamo che la carne di maiale e gli alcolici sono vietati in Oman (questi ultimi vengono serviti solo negli alberghi internazionali). Di seguito una lista delle migliori pietanze e bevande tipiche dell'Oman:

  • Maqdeed: una carne essiccata che viene consumata solitamente come snack durante la giornata e la si trova spesso in vendita alle bancarelle durante i festival e nei supermercati.
  • Mishkak: degli spiedini di carne cotti alla griglia, che vengono prima marinati in un mix di salse e spezie a base di pepe, cardamomo, chiodi di garofano e salsa di tamarindo.
  • Khubz: pane azzimo tipico dei paesi arabi, tradizionalmente cotto in forni d’argilla a forma di campana rovesciata o di cilindro.
  • Falafel: le famose polpette di legumi fritte tipiche del Medio Oriente. I legumi (ceci o fave) sono mescolati con diverse spezie quali cumino, prezzemolo o talvolta aglio.
  • Maqbous: il Maqbous si ispira al famoso riso biryani indiano ed è composto da riso basmati allo zafferano che viene cucinato insieme a carne rossa o bianca insaporita da spezie.
  • Shuwa: la carne, che è alla base di questa specialità, viene prima marinata con peperoni, spezie ed erbe aromatiche e poi cotta in particolari forni per due giorni.
  • Ruz al mudhroub: piatto è a base di riso bianco servito con del pesce fritto. Lo si trova spesso durante le festività nelle regioni di Dhofar e Wusta.
  • Muqalab: una ricetta a base di trippa che viene insaporita con una grande varietà di spezie, tra cui la cannella, il cardamomo, il pepe, lo zenzero, la noce moscata, l’aglio e altro ancora!
  • Shawarma: ispirato al famoso street food turco kebab, questo piatto è a base di carne, solitamente pollo o agnello, cotta su uno spiedo verticale e poi tagliata a fettine sottili e servita con verdure come l’insalata, il tutto avvolto, infine, nel tipico pane arabo.
  • Mashuai: tra le specialità di pesce, quella più famosa è il mashuai, a base di pesce arrosto servito con del riso al limone per dare un tocco di freschezza al piatto.
  • Halwa: un dessert dalla consistenza gelatinosa che viene preparato con uova, zucchero, amido, noci, acqua di rose, burro chiarificato e speziato con zafferano e cardamomo.
  • Umm Ali: una ricetta tradizionale semplice da preparare che prevede l’utilizzo di pane, latte, frutta secca come mandorle e pistacchi e infine spezie e aromi, tra cui cannella, cardamomo e vaniglia.
  • Qahwah: caffè omanita preparato con circa un cucchiaio a testa di polvere di caffè fatta bollire insieme a dei baccelli di Cardamomo.
  • Laban: un latte fermentato salato, non alcolico.
 

COSA COMPRARE IN OMAN, I MIGLIORI CONSIGLI PER ACQUISTI E SOUVENIR

Non vorrete mica tornare a casa da un tour Oman senza un regalo o souvenir per i vostri amici (o per voi stessi)? Il paese offre una grande varietà di prodotti artigianali, che vi ricorderanno il vostro viaggio. Ricordatevi che in Medio Oriente è tradizione contrattare il prezzo di un oggetto o prodotto locale. Ecco una breve lista di cosa comprare in Oman:

 

  • Gioielleria omanita: oro e argento vengono decorati e adornati con pietre preziose per creare bracciali, collane, cavigliere e amuleti (usati per proteggersi dagli influssi negativi). Il khanjar (pugnale dalla lama ricurva, in argento e decorato) è un oggetto tipico omanita, usato dagli uomini come ornamento nelle occasioni particolari.
  • Essenze e profumi: sandalo, mirra, incenso e tutte le essenze sono una tradizione omanita. Tra i profumi più caratteristici c’è l’acqua di rosa, venduta nei negozi e nel suq di Nizwa.
  • Artigianato locale: oggetti intagliati nel legno, ceramiche artistiche e stole, foulard e stoffe… impossibile visitare un suq e tornare a casa a mani vuote!
  • Spezie: cardamomo, cumino, chiodi di garofano, zenzero… da un viaggio in Oman non si può ritornare senza un sacchetto di spezie, che profumeranno a lungo la vostra casa.

 

 

FAQ & INFORMAZIONI OMAN

  • Passaporto: per recarsi in Oman è necessario il passaporto con validità residua di almeno 6 mesi dalla data di entrata nel Paese.
  • Visto: il visto d'ingresso in Oman è obbligatorio solamente per i soggiorni superiori ai 14 giorni. Si può richiedere online prima della partenza e ha costi variabili a seconda della durata del soggiorno. Questo significa che ogni richiedente potrà provvedere autonomamente alla richiesta del visto, sul sito ufficiale Oman eVisa. Per approfondimenti si legga sul nostro blog l'articolo "Visto turistico Oman, nuove procedure".

IMPORTANTE
In ogni caso i viaggiatori provvederanno, prima della partenza, a verificare l'aggiornamento dei propri documenti presso le competenti autorità (per i cittadini italiani le locali Questure ovvero il Ministero degli Affari Esteri tramite il sito viaggiaresicuri.it ovvero la Centrale Operativa Telefonica al numero telefonico 06 491115) adeguandovisi prima del viaggio. In assenza di tale verifica, nessuna responsabilità per la mancata partenza di uno o più viaggiatori potrà essere imputata all'organizzatore. Lo staff di Viaggigiovani.it è sempre e comunque a disposizione.

Non appena salito al trono il sultano Qaboos si è occupato per prima cosa di migliorare l'assistenza sanitaria e le condizioni igieniche del paese e oggi l'Oman è una delle nazioni con il più elevato standard d'igiene della regione: anche i ristoranti più piccoli ricevono regolari ispezioni. L'acqua del rubinetto è potabile anche se il consiglio è certamente quello di bere acqua dalla bottiglia.

  • Vaccinazioni obbligatorie: nessuna vaccinazione è obbligatoria per recarsi in Oman.
  • Vaccinazioni facoltative: in ogni caso, per le vaccinazioni facoltative, è sempre meglio contattare il proprio medico di fiducia o l’ASL locale.
L'Oman è un luogo molto sicuro per i visitatori, la microcriminalità è molto bassa, in parte a seguito delle leggi e condanne molto severe; è bene comunque adottare le solite precauzioni come tenere gli oggetti di valore non in vista ed evitare di camminare in posti non familiari di notte.
Prima di recarsi in Oman è giusto ed ideale domandarsi quale sia il periodo migliore per visitarlo. L’Oman è diviso in tre zone climatiche: a nord e a est il clima è di tipo mediterraneo, mentre a sud e a ovest gode di un’influenza tropicale con l’arrivo di venti freschi, portati dai monsoni da giugno a settembre. Al centro del paese vi è invece un clima desertico. L’Oman gode di due stagioni principali: un’estate di otto mesi (da marzo a ottobre), e un inverno di circa quattro mesi (da novembre a febbraio). Vediamo insieme quando andare in Oman:
  • Estate: l'estate in Oman è estremamente calda, nebulosa e molto umida. È, però, contraddistinta da una grande variabilità climatica fra nord e sud del paese. La regione meridionale del Dhofar è colpita da venti monsonici che portano le temperature fra i 25° C e i 30° C. In questo periodo l’umidità è più forte e le correnti marine sono più accentuate, motivo per cui c’è bisogno di un’attenzione in più prima di immergersi nelle acque del mare. Nel periodo che va da maggio a settembre, invece, la forte umidità aumenta la sensazione del calore percepito.
  • Inverno: l'inverno è caratterizzano da temperature diurne tra i 25°C e i 30°C, mentre sopra i 1.800 metri le temperature scendono a 15°C. Nel mese di gennaio, le giornate sono praticamente sempre soleggiate, ma le temperature, specie nei pressi delle località costiere, di rado superano i 24/25°C, creando così le condizioni perfette per godere delle bellezze architettoniche dei centri cittadini omaniti. Anche ottobre, novembre, marzo e le prime settimane di aprile rientrano a pieno titolo nei periodi consigliati per avventurarsi alla scoperta dell'Oman.

In conclusione, qual è il periodo migliore per andare in Oman? Abbiamo visto che il periodo migliore per un viaggio in Oman è quello che va dal mese di ottobre a quello di marzo. Da parte nostra consigliamo vivamente la stagione invernale, quando le temperature gradevoli e si ha la possibilità sia di godere del mare che di fare meravigliose escursioni. Di seguito il periodo migliore mese per mese, considerate sempre che... il clima sta cambiando.

 
Mese Valutazione (da 1 a 5 gekini)
Gennaio  
Febbraio  
Marzo  
Aprile  
Maggio  
Giugno  
Luglio  
Agosto  
Settembre  
Ottobre  
Novembre  
Dicembre  
  • L'Oman si trova 3 ore avanti rispetto all'Italia (quando vige l'ora solare)
  • L'Oman si trova 2 ore avanti rispetto all'Italia (quando vige l'ora legale)
La lingua parlata in Oman è l’arabo, ma in molti luoghi potrete farvi capire anche in inglese.
  • Moneta: la valuta dell'Oman è il Rial dell'Oman (OMR)
  • Pagamenti e cambio valuta: le principali carte di credito, American Express, Visa e Diner’s Club sono accettate negli alberghi, ristoranti e alcuni negozi. I bancomat sono numerosi in Oman e la maggior parte sono collegati alle banche internazionali.
  • Una lattina di Coca Cola = 0,20OMR
  • Un cappuccino = 1,32OMR
  • Pasto in un ristorante locale = 1,60OMR
  • Pasto per due in un buon ristorante = 8-9OMR
  • Corrente elettrica: il voltaggio in Oman è di 220 – 240 volt con prese a lamelle di tipo britannico.
  • Adattatore? Sì! In Oman è necessario munirsi prima della partenza di un adattatore universale.
  • Chiamare dall'Oman verso l'Italia: comporre 0039, seguito dal prefisso della località italiana con lo zero e dal numero dell'abbonato.
  • Chiamare dall'Italia verso l'Oman: comporre 00968, seguito direttamente dal numero dell'abbonato.
  • Rete mobile: in Oman la rete mobile si basa sul sistema europeo GSM9000, quindi, il cellulare è utilizzabile a condizione di avere un accordo di roaming. Omantel è il principale gestore di telefonia. Il telefono cellulare può essere utilizzato senza problemi con il roaming internazionale di molte compagnie telefoniche internazionali. Tuttavia, la copertura nelle zone rurali non è molto affidabile.
  • Internet: l’accesso ad internet è disponibile negli internet caffè e nei principali hotel nelle grandi città omanite (Muscat, Salalah, Barka, Nizwa, Sur etc.) e molti bar e locali pubblici stanno installando il Wi-fi.
Come in altre parti del mondo, anche nei pressi di siti militari, aeroporti o edifici governativi è probabile che una macchina fotografica o un binocolo vengano presi nel modo sbagliato, soprattutto dalle guardie di sicurezza che imbracciano una mitragliatrice: non è consentito fotografare alcuni siti militari o governativi. Inoltre, non fotografate le persone senza il loro permesso.
  • Negozi: aperti da sabato a mercoledì dalle 8 alle 13 e dalle 16 alle 19 e il giovedì dalle 8 alle 13 (chiusi venerdì)
  • Banche: aperte da sabato a mercoledì dalle 8 alle 12 e il giovedì dalle 8 alle 11 (chiuse il venerdì)
In Oman generalmente si usa una mancia del 10% solo negli alberghi e nei ristoranti di categoria elevata, a meno che non sia già compresa una tassa per il servizio. Le mance sono comunque sempre gradite, anche per autisti e guide.
In Oman l’acqua di rubinetto (dissalata) è sicura da bere, tuttavia si considera più sicura l’acqua in bottiglia. Se non vi piace l’idea di bere acqua da rubinetto vi consigliamo di portare con voi le pastiglie per purificare l’acqua o di chiedere alla vostra guida dove poter trovare acqua filtrata (per non produrre rifiuti con le bottiglie di plastica).
La religione maggiormente professata in Oman è l’Islam, professata da oltre il 75% della popolazione. I musulmani sono per lo più ibaditi, oltre a una consistente comunità sunnita. Altre confessioni religiose sono induismo, giainismo, buddismo, zoroastrismo, sikh, bahai e cristianesimo.
Le festività laiche celebrate in Oman sono il Capodanno (1° gennaio), la festa nazionale (18 novembre) e il compleanno del sultano (19 novembre); queste ultime due non cadono sempre nella medesima data e possono anche essere celebrate due volte nello stesso anno. La Festa nazionale è caratterizzata da ogni sorta di altisonanti celebrazioni ufficiali, in cui tutti gli uffici e i negozi sono chiusi.
Le festività islamiche dell'Eid Al-Fitr (che segna la fine del Ramadan), dell'Eid Al-Adha (il pellegrinaggio alla Mecca), il Capodanno islamico e l'anniversario della nascita del Profeta vengono tutte celebrate in osservanza al calendario musulmano. In occasione dell'Eid Al-Adha hanno luogo feste tradizionali e si balla nelle strade.
Ambasciata d'Italia a Muscat
Telefono: (00968) 24 695 223

Al Nahda Hospital
Telefono( 00968) 24 837 800
Con Viaggigiovani.it parti sicuro: l'assicurazione è SEMPRE inclusa nei nostri viaggi! La polizza Allianz di Viaggigiovani.it, una copertura estesa, continua e personalizzata in ogni parte del mondo, ti garantisce:
  • assicurazione 360°: annullamento, malattia, spese mediche e bagaglio
  • copertura pandemie: annullamento, copertura sanitaria e rimborso spese in seguito a malattia e/o quarantena per pandemia (come Covid-19)

Per ogni dettaglio sulla polizza assicurativa di Viaggigiovani.it ti rimandiamo alla pagina assicurazione di viaggio.

 

 

PLAYLIST ON THE ROAD, LA COLONNA SONORA IDEALE PER UN VIAGGIO IN OMAN

­Playlist Oman di Viaggigiovani.it su Spotify, una compilation da “Mille e una Notte” che ci trasporta dai suk alle dune dell’infinito deserto del Wahiba Sands, sognando le fortezze, i castelli ed i mercati dell’incontaminato Oman.

PAGINE & POPCORN, I MIGLIORI LIBRI E FILM PER ASSAPORARE L'OMAN

Le letture sono sempre un ottimo compagno di viaggio e i film permettono di assaporare la meta prima della partenza. Per questo il team di Viaggigiovani.it ha elaborato una lista di libri di viaggio 📚 e dei film 🍿 più entusiasmanti ambientati in Oman; se avete qualche aggiunta non siate timidi, scriveteci...

LIBROAUTORE
Oman. Il paese dei sultani Giancarlo Iliprandi
Oman - Emirati Arabi. Medioriente in armonia fra tradizione e futuro Maurizio D. Levi e Carla Piazza
I pilastri della saggezza Thomas Edward Lawrence
La seta nera Hans Reusch
La nascita dell’Islam Ludwig Ammann
FILMREGISTA
Desert of Blood Don Henry
Operation Oman Tristan Ofield

 

viaggi skyline arancio 2020
­

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Untitled Box