­

Infoline +39 0461.1923456

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 



Dopo l'attentato e il mancato Golpe, come è la REALE SITUAZIONE all'aeroporto Ataturk


Non bastavano un'instabile politica interna e l'attentato del 28 giugno 2016 (senza citare quelli precedenti). La sera del 15 luglio 2016 passerà alla storia per il fallito Golpe da parte dei militari dell'esercito turco, per spodestare il presidente Erdogan, consegnando al mondo una Turchia ancor più ferita. Episodi infelici che, oltre un intero Paese, hanno destabilizzando diversi viaggiatori, anche quelli di solo passaggio da/per l'Ataturk Havalimanı, il principale aeroporto di Istanbul, nonché hub della Turkish Airlines.


Cos'è successo all'aeroporto Ataturk?


La sera del fallitto Golpe, anche l'aeroporto Ataturk di Istanbul è stato campo di agitate manifestazioni (ma fortunatamente non scontri). Il caos regnava in ogni dove, sia all'esterno che dentro l'aeroporto, con numerose persone che hanno persino invaso la pista d'atterraggio e saccheggiato alcuni negozi. Ciò ha determinato un'immediata cancellazione di numerosi voli da/per questo aeroporto, con conseguente congestione dello scalo e incertezza su tanti altri voli sino al primo pomeriggio di sabato 16 luglio, compresi quelli dall'Italia.

Col passare delle ore, la situazione è andata migliorando e fortunatamente il nostro primo gruppo estivo (Giappone Young) è partito regolarmente, anche se con un minimo ritardo. Certo, il pensiero che poche ore prima all'Ataturk regnava il panico sussisteva, ma un'atmosfera molto più rilassata li ha accolti.


Come è la situazione all'aeroporto Ataturk?


La situazione all'aeroporto Ataturk di Istanbul non è più caotica e terra di manifestazioni. Oggi lunedì 18 luglio, la Turkish Airlines ci ha riferito che tutte le operazioni di volo stanno tornando alla normalità ed i voli sono ripresi regolarmente, così come per tutte le altre compagnie aeree. Per questo motivo desideriamo rassicurare tutti i viaggiatori, sottolineando anche come "fare lo scalo ad Istanbul significhi non uscire nella zona di aeroporto accessibile a tutti, ma restare nella cosiddetta zona franca".


Ci saranno cambiamenti per i nostri viaggi?


NO! Sia per le comunicazioni costanti con gli operatori Turkish che le sensazioni di alcuni viaggiatori, ci sentiamo tranquilli. Lungi da noi e dalla compagnia aerea, proporvi un viaggio che faccia scalo in un aeroporto insicuro, mettendo a repentaglio la vostra sicurezza.
I nostri voli rimarranno come da programma, con la Turkish Airlines e con scalo all'aeroporto Ataturk di Istanbul. Per qualsiasi ulteriore informazione, siamo sempre a disposizione 24/7 per tutti i nostri viaggiatori.


E per concludere..


.. un pensiero va alla Turchia, la bella Turchia, un Paese affascinante, fatto di storia millenaria, tombe rupestri, siti archeologici, piramidi di terra e baie cristalline, i VERI protagonisti di questo Paese.
Ed un pensiero va a tutte quelle persone che non ci sono più. Vite umane scambiate per numeri, come un sacrificio per rafforzare una forma di governo egoistica, la dittatura.




Autore: Claudio - Viaggigiovani.it

{jcomments on}
­

Le nostre destinazioni

Per ogni destinazione, proponiamo itinerari non standardizzati, associati ad uno o più stili e modi di viaggiare.

 
­

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Iscriviti e ricevi le nostre idee di viaggio. Lo promettiamo: non ti tempesteremo!