­

Ecco tutti gli aggiornamenti in merito all’istituzione dei “Corridoi Turistici covid-free”. Scopriamo insieme cosa sono, a chi sono rivolti, verso quali destinazioni e' possibile viaggiare e come funzionano

I "Corridoi turistici Covid-free" sono stati autorizzati dal Ministero della Salute, in via sperimentale, all’interno dell’Ordinanza 28 settembre 2021 che sarà in vigore fino al 31 gennaio 2022. Sono considerati "Corridoi turistici Covid-free", ai fini della presente ordinanza, tutti gli itinerari in partenza e in arrivo sul territorio nazionale finalizzati a consentire la realizzazione di viaggi turistici controllati, compresa la permanenza presso strutture ricettive selezionate, secondo specifiche misure di sicurezza sanitaria idonee a garantire che i servizi fruiti siano resi nel rispetto delle norme e cautele per la prevenzione dal rischio di contagio da COVID-19.
I "Corridoi turistici" sono attualmente operativi verso Aruba, Maldive, Mauritius, Seychelles, Repubblica Dominicana ed Egitto, limitatamente alle zone turistiche di Sharm el-Sheikh e Marsa Alam.
 
 
 

Chi puo' viaggiare verso i "Corridoi turistici Covid-free"?

Secondo la normativa italiana relativa ai corridoi turistici, sono autorizzati a viaggiare per turismo verso i Paesi indicati solamente i viaggiatori in possesso di:
  • certificazione che attesti il completamento del ciclo vaccinale, oppure
  • certificazione di avvenuta guarigione

Tali certificazioni possono essere sotto forma di “Green Pass” ovvero certificazione equivalente e riconosciuta dall’Italia secondo la normativa vigente.

I minori di 12 anni (non compiuti), che sono esclusi per età dalla campagna vaccinale, sono autorizzati allo spostamento nel rispetto di quanto previsto nell’Ordinanza 28 settembre 2021. Inoltre, i minori da 0 a 6 anni (non compiuti) sono esentati dall’obbligo di effettuare i test antigenici o molecolari richiesti, mentre i minori di 18 anni (non compiuti) sono esentati dall’isolamento fiduciario al rientro, se viaggiano con un genitore che a sua volta è esentato dall’isolamento secondo la normativa in vigore.

 
| Leggete anche: Certificato Covid-19 digitale dell’UE, tutto quello che c’è da sapere (per tornare a volare)
 

Che tipologie di viaggio si possono organizzare verso i "Corridoi turistici Covid-free"?

I viaggi organizzati verso i "Corridoi turistici Covid-free" possono essere gestiti solamente da operatori turistici (Agenzie e Tour Operator), quindi non è possibile acquistare un servizio turistico in autonomia. Questo perché non sarebbe plausibile garantire quanto si prefigge l’Ordinanza, ossia le condizioni di massima sicurezza nel corso degli spostamenti e durante la permanenza all’estero.

A tal proposito, per agevolare i controlli da parte dei soggetti preposti, l’Agenzia o Tour Operator che ha organizzato il viaggio, dovrà rilasciare al cliente che ha acquistato un pacchetto turistico per viaggiare verso una delle destinazioni incluse nella sperimentazione, il cosiddetto "Travel Pass", documento contenente le informazioni relative agli spostamenti, alla permanenza presso le strutture e alla polizza COVID, che dovrà essere mostrato in aeroporto al momento del check-in.

Due tra le mete che rientrano nell’ambito dei “corridoi turistici Covid-free” le conosciamo molto bene: si tratta di Maldive e Seychelles, luoghi esotici che, nell’immaginario di ogni viaggiatore, vengono associati alle destinazioni “da cartolina” per eccellenza. Con le loro acque cristalline, le spiagge bianchissime e i numerosi pesci colorati, queste due isole rappresentano "The Places to be", ideali per una vacanza di riposo totale. Se siete alla ricerca di un viaggio da sogno, cosa aspettate a partire insieme a noi? Di seguito i nostri viaggi di gruppo attualmente in calendario per queste isole.
Tour Maldive Original
MALDIVE ORIGINAL
Tour Seychelles Special
SEYCHELLES SPECIAL

Come funzionano i "Corridoi turistici Covid-free" e quali adempimenti richiedono?

I viaggiatori in possesso di certificato vaccinale o di guarigione, che possono quindi partire dal territorio nazionale per un soggiorno all’estero nell’ambito di un "Corridoio turistico Covid-free", devono:
  • sottoporsi a un test molecolare o antigenico (in base a quanto richiede il Paese di destinazione) condotto con tampone e risultato negativo, nelle quarantotto (48) ore precedenti la partenza
  • se la permanenza all’estero supera i sette (7) giorni (da intendersi come “permanenza pari o superiore ai 7 pernottamenti”), sottoporsi a ulteriore test molecolare o antigenico in loco
  • prima di rientrare in Italia, nelle quarantotto (48) ore precedenti l’imbarco, è necessario sottoporsi a un test molecolare o antigenico, condotto con tampone e risultato negativo
  • all’arrivo in aeroporto in Italia, è necessario sottoporsi a ulteriore test molecolare o antigenico, con risultato negativo.

Inoltre, prima del rientro in Italia, sarà necessario compilare un formulario on-line di localizzazione (denominato anche digital Passenger Locator Form - dPLF) e presentarlo, sul proprio dispositivo mobile o in versione cartacea, al vettore al momento dell’imbarco, e a chiunque sia preposto a effettuare i controlli.

Queste sono le disposizioni definite e richieste dal governo italiano per poter viaggiare nell’ambito dei “corridoi turistici Covid-free”; per l’ingresso nel Paese di destinazione è necessario fare riferimento anche alle disposizioni attuate dai governi locali, che potete trovare sul nostro sito nella sezione dedicata di ogni destinazione e/o tour.
 

Cosa succede se si risulta positivi durante il viaggio?

Secondo quanto specificato dal Ministero della Salute, la gestione dei casi positivi, e dei loro eventuali contatti, dipende in primo luogo dalle disposizioni stabilite dallo Stato estero in cui si trovano i viaggiatori. Poiché è necessario sottoporsi a test molecolare o antigenico per l’ingresso/rientro in Italia, i viaggiatori devono prendere in considerazione la possibilità che il test dia un risultato positivo. In questo caso, non è possibile viaggiare con mezzi commerciali, e quindi rientrare in Italia, ma si è soggetti alle procedure di quarantena e contenimento previste dal Paese in cui ci si trova.

Tali procedure interessano, secondo la normativa locale, anche i cosiddetti “contatti” con il soggetto positivo, che sono ugualmente sottoposti a quarantena/isolamento dalle autorità locali e a cui non è consentito spostarsi. Si raccomanda, pertanto, di pianificare con massima attenzione ogni aspetto del viaggio, contemplando anche la possibilità di dover trascorrere un periodo aggiuntivo all’estero, nonché di dotarsi di un’assicurazione sanitaria che copra anche i rischi connessi a COVID-19.

A tal proposito, specifichiamo che la assicurazione Viaggigiovani.it tutela il viaggiatore anche per pandemie (come Covid-19), nello specifico:
  • annullamento per pandemie (come Covid-19) nel caso in cui il viaggiatore contragga la malattia e/o sia costretto alla quarantena (fiduciaria) in base al sospetto che l’Assicurato o un compagno di viaggio sia stato esposto ad una malattia contagiosa, inclusa un’epidemia o una malattia pandemica (come Covid-19)
  • copertura sanitaria con i massimali sopra indicati (1.500 Italia, 10.000 Europa, 30.000 Russia, 50.000 Resto del Mondo) nel caso in cui ci si ammali di Covid-19 o altre tipologie di malattie classificate come pandemie
  • copertura medica in caso di quarantena all’arrivo, con il rimborso spese di vitto e alloggio di 100 al giorno (fino ad un massimale di 1.500)
  • eventuale rientro anticipato o posticipato fino al proprio domicilio in Italia con il mezzo più adeguato con un massimale di 1.000 per i viaggi all’estero e 300 per i viaggi in Italia

La polizza Viaggigiovani.it NON copre nel caso in cui siano previste:
  • limitazioni agli spostamenti locali, regionali o nazionali applicati al luogo di partenza, di destinazione del viaggio o nelle tappe intermedie
  • limitazioni all’ingresso nei paesi di destinazione del viaggio o nei paesi di transito
 
 
Viaggigiovani.it si è premunita per avere tutte le informazioni necessarie per raggiungere i Paesi che rientrano nell’ambito dei “Corridoi turistici”. Scriveteci se avete ulteriori domande, altrimenti... vi aspettiamo a bordo dei nostri viaggi ✈🌍
 
 

Fonti:

Ministero della Salute: salute.gov.it Viaggiare Sicuri (sezione “Corridoi turistici Covid-free”): viaggiaresicuri.it

Scritto da: Beatrice T. Copertina: Kyle Glenn on Unsplash

viaggi skyline arancio 2020
­

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Leggi Attentamente

Info utili ai tempi del C-19

Garanzie, voucher, vantaggi, flessibilità, assicurazioni e coperture.
Scopri tutte le soluzioni che stiamo adottando per i nostri Nomadi Moderni.