­

Infoline +39 0461.1923456

Tradizioni in fiore e quartieri dell'high-tech. Potremmo riassumere così il Giappone, un armonioso connubio di filosofia, eleganza e frenesia. Nessun altro paese al mondo riesce a unire antico e moderno come il Sol Levante: villaggi sospesi nel tempo e giungle urbane animate da cartelloni pubblicitari, fantasiosi templi antichi e metropoli futuristiche, geisha in eleganti kimono e uomini d'affari in giacca e cravatta. Un viaggio in Giappone è sensazionale, proprio perché ciascuna di queste immagini corrisponde al vero. Per vivere queste esperienze, scegli una delle nostre proposte di viaggio per il Giappone.

Viaggi e Tour Giappone, le nostre proposte

 
Giappone Classic | Tour Piccoli Gruppi

Giappone Classic Tour Piccoli Gruppi

Prezzo: 2.290 | Durata: 15 giorni

 

 
Giappone Express | Tour Piccoli Gruppi

Giappone Express Tour Piccoli Gruppi

Prezzo: da 1.890 | Durata: 11 giorni

 

 
Senza Pensieri
Giappone Breve | Viaggi su Misura

Giappone Breve Viaggi su Misura

Prezzo: 1.540 | Durata: 10 giorni
 
Giappone Classic Young | Tour Piccoli Gruppi

Giappone Classic Young Tour Piccoli Gruppi

Prezzo: 1.990 | Durata: 15 giorni

 

 
Giappone Express Young | Tour Piccoli Gruppi

Giappone Express Young Tour Piccoli Gruppi

Prezzo: da 1.650 | Durata: 11 giorni

 

 
Senza Pensieri
Giappone Autentico | Viaggi su Misura

Giappone Autentico Viaggi su Misura

Prezzo: 1.890 | Durata: 15 giorni

 

 
Senza Pensieri
Giappone & Borneo | Viaggi di Nozze

Giappone & Borneo Viaggi di Nozze

Prezzo: 2.500 | Durata: 16 giorni
 
Giappone Special | Tour Piccoli Gruppi

Giappone Special Tour Piccoli Gruppi

Prezzo: da 2.290 | Durata: 15 giorni

 

 
Senza Pensieri
Giappone & Thailandia | Viaggi di Nozze

Giappone & Thailandia Viaggi di Nozze

Prezzo: 2.180 | Durata: 15 giorni

 

 
Senza Pensieri
Giappone Classico | Viaggi su Misura

Giappone Classico Viaggi su Misura

Prezzo: 1.740 | Durata: 13 giorni

 

 
Senza Pensieri
Giappone & Malesia | Viaggi di Nozze

Giappone & Malesia Viaggi di Nozze

Prezzo: 2.500 | Durata: 16 giorni

 

 
Tokyo Classic | Tour Piccoli Gruppi

Tokyo Classic Tour Piccoli Gruppi

Prezzo: 1.440 | Durata: 9 giorni

 

 
Tokyo Young | Tour Piccoli Gruppi

Tokyo Young Tour Piccoli Gruppi

Prezzo: 1.240 | Durata: 9 giorni

 

 

ESPERIENZE DA PROVARE IN GIAPPONE, LA TOP 10

 

CIBI E BEVANDE GIAPPONESI, I "MUST"

Viaggigiovani.it ritiene che uno dei modi migliori per scoprire un paese sia gustare le specialità locali. In piedi mangiando cibo di strada o comodamente seduti in un ottimo ristorante. Le opzioni tra cui scegliere sono infinite, come le pietanze. Ecco a parer nostro i migliori piatti giapponesi, assolutamente da provare.

 

  • Yaki udon: spaghetti di grano tenero con manzo e verdure
  • Kushiyaki: spiedini di maiale e peperoni marinati in salsa sakè, zucchero, miso (pasta di soia fermentata), olio e peperoncino
  • Yawatamaki: involtini di manzo coi porri
  • Okonomiyaki: letteralmente "okonomi" (ciò che vuoi), "yaki" (alla griglia) è una frittata di cavolo alla griglia nella quale puoi aggiungere ciò che vuoi tu
  • Sukiyaki: strisce di manzo, porri e altre verdure finemente tritate e pasta di soia, cucinate a fuoco lento in un saporito condimento di sakè, salsa di soia e zucchero
  • Tempura: piatto di frittura di pesce e verdura di stagione, da gustare intingendo il fritto nella salsa di soia e con rafano e zenzero grattugiato
  • Sushi: riso con pesce, alghe, vegetali e uova
  • Sashimi: filetti crudi di carne, pesce (orata, dentice, salmone, tonno o altri pesci) e molluschi serviti con salsa di soia e wasabi (cren verde giapponese, piccante) o salsa ponzu
  • Amanattō: fagioli azuki con farina di riso e ricoperti di zucchero, sono spesso serviti con la cerimonia del tè
  • Daifuku: piccolo mochi (dolce di riso e gelatina) farcito di pasta di fagioli rossi azuki
  • Dango: gnocco dolce giapponese
  • Sakè: vino leggero di riso
  • O-cha: tè verde, accompagna abitualmente il cibo giapponese

ACQUISTI E SOUVENIR GIAPPONESI, I CONSIGLI

Non vorreste mica tornare a casa senza un souvenir per gli amici (o per voi stessi), vero? Paese che vai souvenir che trovi. Ed il Giappone offre una grande varietà di prodotti locali, che vi faranno ricordare il viaggio. Ecco una breve lista di cosa potete comprare:

  • Anime: la cultura dei fumetti giapponesi (detti anche manga) è ormai diffusa, perché non approfittarne e comprare un fumetto, una t-shirt o qualche souvenir?
  • Kimono: abito tradizionale giapponese, può essere acquistato in Giappone ed indossato a casa in occasioni speciali o appeso al muro come ricordo. Viene tradizionalmente indossato con i sandali geta e zori (alte infradito di legno) ed i calzini con alluce e altre dita divise (chiamati tabi).
  • Lanterne di carta con il proprio nome: oggetti poco costosi, in realtà derivano dall’arte grafica giapponese, nota in tutto il mondo; l’importante è sceglierli di alta qualità e fatti a mano.
  • Maneki neko: il gatto con la zampa alzata, è una diffusa scultura giapponese. Oggi esiste rigido o automatizzato o con un piccolo carillon. Spesso fatto in porcellana o ceramica, si ritiene porti fortuna al proprietario o alla persona a cui viene regalato.
  • Tecnologia ed elettronica: il Giappone è all’avanguardia per tecnologia ed oggetti elettronici. Prima di acquistarli però controllate che siano compatibili con gli standard italiani ed europei.

 

HIGHLIGHTS GIAPPONE

Tokyo

Tokyo, più delle altre grandi metropoli del mondo, è una città enigmatica, un groviglio di contraddizioni che nascono soprattutto dallo scontro tra i ritmi frenetici del modello consumista del XX secolo e i momenti di quiete che rappresentano l'eredità di tradizioni più antiche. Sebbene Tokyo possa vantare alcuni dei grandi magazzini più vasti e lussuosi del mondo, in generale i suoi sobborghi non sono ancora stati contagiati dalla cultura dei supermercati: lungo le vie di queste zone si affacciano minuscoli negozi al dettaglio e ristoranti, la maggior parte dei quali è aperta fino a tarda sera. Accanto ai grattacieli, quindi, si trovano i quartieri dei divertimenti, veri e propri labirinti di stretti vicoli che di notte si accendono di mille luci al neon. E, all'ombra delle sopraelevate, scoprirete gli angoli di una Tokyo diversa: una vecchia casa in legno, una locanda d'altri tempi, un'anziana signora in kimono... è proprio questo contrasto tra tradizione e modernità che rende Tokyo, ed il Giappone in generale, un paese così affascinante.

Kyoto

La località che deve entrare di diritto in qualsiasi itinerario del Giappone è Kyoto. Più di qualsiasi altra città del Paese, Kyoto offre quello che la maggior parte dei viaggiatori si aspetta dal Giappone: gli erbosi giardini solcati da geometrici sentieri di ciottoli, i templi dai profili sinuosi e le geisha con il loro incedere incerto. Se infatti la esplorerete con calma, vi accorgerete presto di quanto Kyoto è in grado di offrirvi: più di 2.000 templi e santuari, alcuni magnifici palazzi e decine di giardini e musei. Si potrebbero trascorrere giornate intere esplorando i meandri più reconditi di Kyoto, che, costantamente, nuove sorprese appariranno ai vostri occhi.

Osaka

Osaka unisce un limitato patrimonio di luoghi d'interesse storico e culturale ai privilegi e piaceri di una moderna città giapponese, in grado di reggere il confronto con Tokyo. Rasa al suolo quasi completamente dai bombardamenti della II Guerra Mondiale, si presenta come una sconfinata distesa di cubi di cemento punteggiati da grattacieli e superstrade sopraelevate. In qualche modo riesce a emergere da questa apparente monotonia esercitando un fascino del tutto particolare. È la sera che Osaka indossa i suoi abiti migliori: tutte le vie e i vicoli della città prendono vita illuminati dalle luci al neon e affollati di gente del posto e stranieri di passaggio, attratti dalla buona cucina e dalla promessa di tanto divertimento. Le principali attrattive sono l'Osaka-jo e il parco circostante, l'Osaka Aquarium, il quartiere di Dotombori, famoso per la sua frenetica vita notturna e il magnifico Open Air Museum. Ma Osaka ha molto più da offrire.

Castello Himeji

Il castello di Himeji è acclamato all'unanimità come il più straordinario castello giapponese ancora esistente. È conosciuto anche come "l'airone bianco", un titolo che gli deriva dall'imponente sagoma bianca. Himeji fu sede di fortificazioni fin dal 1.333, ma il castello attuale fu costruito nel 1580 e ancora oggi è nella sua forma originale: la rocca costituita da una torre centrale pesantemente fortificati di 5 piani e da altre tre torri più piccole; l'intera struttura è poi circondata da fossati e mura difensive, intramezzate da aperture di tutte le forme geometriche.

Nara

Nara, la prima capitale del Giappone, è il polo d'attrazione turistico più importante della regione del Kansai, ovviamente dopo Kyoto. Un'attenta esplorazione di Nara ve ne rivelerà il ricco patrimonio storico e le bellezze nascoste sotto la cortina di cemento, ormai comune a tutte le città giapponesi. Nara inoltre è uno degli otto siti in Giappone che l'UNESCO ha dichiarato Patrimonio dell'Umanità e seconda soltanto a Kyoto come depositaria del patrimonio culturale del Giappone. Il parco di Nara-koen, con i suoi templi Todai e Kofuko, costituisce sicuramente la principale attrazione della città e una delle più importanti di tutto il Giappone.

Hiroshima

Hiroshima è conosciuta come la "Città della Pace". Il bombardamento atomico del 6 agosto 1945 ha completamente distrutto tutti gli edifici nel centro della città, tranne quello che è ora conosciuto come la "Cupola della bomba atomica di Hiroshima", oggi classificato Patrimonio dell'Umanità dall’UNESCO. Visitare il museo di Hiroshima, e l'intero Parco della Pace, rappresenta uno dei momenti più toccanti di un viaggio in Giappone, una vera testimonianza - purtroppo - di quanto possa essere devastante un’arma nucleare.

Takayama

Takayama è un affascinante ed ordinato borgo feudale, noto per le sue antiche case di legno allineate e uniformi in altezza. Tra i giapponesi, la città di Takayama è famosa per il festival matsuri (ogni anno in primavera e autunno), uno dei più grandi e belli del Giappone. Per questa speciale occasione, la città si anima con i carri 'fiammanti' decorati dagli artigiani di Hida che sfilano nelle strade, offrendo agli spettatori un’ammirevole sintesi della bellezza dell’artigianato della regione.

Miyajima

Poco distante da Hiroshima si trova Miyajima, "l’isola in cui convivono uomini e dei" . Miyajima è un luogo sacro da quando vi fu costruito il santuario di Itsukushima nel 593 d.C. (anche se gli edifici risalgono al XII secolo). Questo santuario, dedicato alla dea custode dei mari, ha la caratteristica di essere stato costruito in parte nel mare, con edifici su palafitte e un torii a poche decine di metri al largo. I magnifici scenari e le bellissime spiagge rendono l’isola una meta ideale per l’estate. Ma l’isola conserva il suo fascino anche in autunno, con gli aceri dai colori fiammeggianti o in primavera con i ciliegi in fiore. L’isola inoltre è stata inserita nell’elenco dei Patrimoni dell’umanità dell’UNESCO.

Nikko

Nikko, a due ore di treno da Tokyo, è sia una meraviglia di bellezze naturali, che il luogo di insuperabili capolavori architettonici del Giappone. Fa parte del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO dal 1999. Il Santuario di Toshogu, completato nel 1636 e dedicato al fondatore dello shogunato dei Tokugawa, è il punto focale della città. La maggior parte degli edifici dei santuari, così come molti loro elementi, sono stati classificati Tesori nazionali o Importante patrimonio culturale.

FAQ GIAPPONE

Per recarsi in Giappone è necessario il passaporto in corso di validità. Inoltre per visitare il Giappone non è necessario alcun visto (fino a 90 giorni di soggiorno).
Per recarsi in Giappone non esistono particolari obblighi per quanto riguarda le vaccinazioni. È consigliato stipulare un'assicurazione di viaggio che copra anche quella sanitaria (sempre e comunque inclusa nei viaggi di Viaggigiovani.it). È bene informarsi sui costi che a volte sono molto elevati rispetto alla permanenza del viaggio. Gli ospedali in Giappone sono tanto efficienti quanto costosi.
Sebbene il Giappone sia un paese sicuro, anche di notte e sui mezzi pubblici, è tuttavia sempre opportuno usare le normali precauzioni a salvaguardia della propria sicurezza, soprattutto nel capitale Tokyo, città con oltre 13 mln di abitanti.
Il Giappone è considerato un paese ad alto rischio sismico. Le autorità giapponesi predispongono dei volantini che illustrano i piani di emergenza da adottare in caso di terremoto anche in lingua inglese. Inoltre i principali alberghi del paese dispongono di istruzioni plurilingue per la clientela straniera. I residenti stranieri sono invitati a raccogliere le informazioni sui piani d’emergenza presso gli uffici competenti per quartiere.
Visitare il Giappone può essere piacevole in qualsiasi periodo dell'anno, anche se ci sono stagioni più favorevoli rispetto ad altre.
  • Primavera: la Primavera (da marzo a maggio), con i suoi cieli sereni e l'hanami, la fioritura dei ciliegi, è probabilmente la stagione giapponese più celebrata.
  • Autunno: l'Autunno (da settembre a novembre) è altrettanto un'ottima stagione per viaggiare, in quanto si riscontrano temperature piacevoli ed i colori che questa stagione regala alla campagna giapponese sono stupendi.
  • Inverno: l'Inverno (da dicembre a febbraio), può essere molto freddo, ad eccezione di Okinawa, ma è il periodo ideale per praticare gli sport invernali.
  • Estate: l'Estate (da giugno a agosto) è molto calda e umida ma è un'ottima stagione per visitare l'isola settentrionale di Hokkaido e le principali attrazioni turistiche non sono solitamente molto affollate.
  • + 7 ore durante la nostra ora legale (primavera/estate)
  • + di 8 ore durante la nostra ora solare (autunno/inverno)
Il giapponese è la lingua ufficiale ed in generale l’unica parlata in Giappone. I dialetti sono usati in alcune aree come Kyoto ed Osaka, anche se il giapponese standard (quello parlato a Tokyo) è diventato più popolare grazie all’avvento della televisione, della radio e del cinema.
La valuta giapponese è lo Yen (¥). I tagli delle banconote sono da ¥1000, ¥2000, ¥5000 e ¥10,000 (le banconote da ¥2000 si trovano raramente). Le monete sono da ¥1, ¥5, ¥10, ¥50, ¥100 e ¥500. Quella da ¥1.00 è in alluminio leggero, quelle da ¥5.00 e ¥50.00 hanno un foro nel mezzo (Nota: alcuni distributori automatici non accettano le vecchie monete da ¥500).

Conviene cambiare già degli Euro in Yen dall’Italia, ma è comunque possibile farlo anche all'aeroporto giapponese di arrivo.

Per quanto riguarda le carte di credito/debito e prepagate potrete prelevare denaro utilizzando gli ATM che si trovano negli uffici postali o nei drugstore Seven-Eleven (attenzione però che non è così semplice poiché molte banche non accettano le carte dei circuiti MAESTRO/MASTERCARD/CIRRUS/POSTPAY). Oltre ai bancomat dei Seven-Eleven e degli uffici postali ci sono alcune grandi banche i cui ATM accettano carte emesse fuori dal paese (è il caso ad esempio della Citibank). Verificate comunque con l'istituto che ha emesso la carta se essa è valida anche in Giappone.

I pagamenti con carta di credito (Visa, Mastercard) sono normalmente accettati in tutti i negozi, nei ristoranti e nei musei più grandi, ma non nei negozi minori, nei piccoli ristoranti o per entrare nei templi, dove si richiedono sempre pagamenti in contanti. Contanti o travellers cheques possono essere cambiati in ogni 'Authorised Foreign Exchange Bank', nei maggiori uffici postali ed in alcuni grandi hotel e centri commerciali.

Nel complesso i contanti la fanno da padrone in Giappone, sebbene l'uso di carte di credito sia abbastanza comune nelle grandi città per gli acquisti nei grandi magazzini e per il pagamento degli hotel. I giapponesi sono abituati ad un tasso di crimine molto basso e sono soliti avere con se molte banconote per il sacro rituale del pagamento cash. I viaggiatori possono fare lo stesso, prendendo ovviamente le comuni precauzioni.
  • Un Bento box = 1.000 yen
  • Una ciotola di ramen = 700 yen
  • Una birra = 700 yen
  • Un pasto in izakaya = ca 3000 yen
In Giappone la corrente elettrica è erogata a 100 volt, un voltaggio che non si riscontra in nessun'altra parte del mondo. Inoltre, a Tokyo e nel Giappone orientale è a 50 Hz, mentre nel Giappone occidentale (Kyoto, Osaka) è a 60 Hz. La maggior parte degli apparecchi elettrici provenienti da altri parti del mondo funzionano abbastanza bene: in caso contrario potrete sempre acquistare un trasformatore in uno dei tanti negozi di elettronica del paese. Le spine giapponesi sono piatte e a due poli, come in Nord America. Per far funzionare le spine a tre poli dovrete acquistare un adattatore.
Per chiamare il Giappone dall’Italia il numero da comporre è 0081 seguito dal prefisso (senza lo zero iniziale) e dal numero che si intende raggiungere. Facciamo un esempio: per chiamare Tokyo (prefisso 03) dall’Italia comporre 0081-3 seguito dal numero dell’abbonato. Per chiamate interne in Giappone comporre il prefisso della città seguito dal numero dell’abbonato.

Per chiamare l’Italia dal Giappone il numero da comporre è 01039 seguito dal prefisso (incluso lo zero iniziale) e dal numero che si intende raggiungere.

Il sistema GSM utilizzato in Europa è incompatibile con quello giapponese ma FUNZIONANO i cellulari UMTS, ossia quelli 3G (di terza generazione). Tuttavia, se non si possiede un cellulare Umts (di terza generazione), è possibile utilizzare in Giappone la scheda SIM del proprio telefono cellulare italiano affittando un apparecchio telefonico cellulare all’arrivo, in uno dei negozi di telefonia mobile presenti nei principali aeroporti, e inserendovi la propria scheda SIM.
Per le schede SIM della TIM, recarsi allo stand DOCOMO (si rammenta che solo i negozi DOCOMO presenti negli aeroporti internazionali forniscono tale servizio); per quelle della Vodafone, recarsi all’omonimo stand. Si suggerisce di effettuare una prenotazione via internet (sul sito web DOCOMO e della Vodafone), per accertare la disponibilità degli apparecchi.
Per quanto riguarda le schede SIM della Wind, è possibile farsi recapitare il telefono cellulare in Italia prima della partenza, dopo aver avviato la relativa procedura attraverso il sito web Wind.
Circa le schede SIM della 3, si consiglia di rivolgersi ad un negozio 3 e chiedere delle possibili opzioni.

Esistono telefoni cellulari giapponesi utilizzabili con schede prepagate locali, noleggiabili con carta di credito a tariffa giornaliera anche all'aeroporto. Il nostro consiglio è comunicare via Skype (chiamate e chat), appena si ha una connessione internet (in hotel ed in alcune stazioni della metro). Se volete internet sempre sul vostro telefono, sul sito B-mobile c'è la possibilità di comprare una Sim dati (a 35) della durata di 21 giorni, con 5 GB di traffico.
Una volta comprata basta indicare il giorno e l'ora di arrivo in Giappone, e il luogo in cui devono spedirla. Due o tre giorni prima di partire mandano una mail con la conferma della spedizione al check-in all'hotel vi verrà consegnata. C'è la possibilità di scegliere una sim "normale", micro, o nano. Quando la si inserisce nel cellulare, è necessario andare su "impostazioni", poi "network" ed inserire i dati di b-mobile (che vengono comunicati al momento dell'acquisto). La procedura è semplice comunque, basta inserire "bmobile.co.jp" alla voce APN e poi nome utente e password.
  • Banche: aperte dal lunedì al venerdì dalle 09:00 alle 15:00. Chiuse i fine settimana ed i festivi.
  • Uffici postali: aperti dal lunedì al venerdì dalle 09:00 alle 17:00. Chiusi i fine settimana ed i festivi. Alcuni uffici principali sono aperti tutti i giorni.
  • Centri commerciali e negozi: aperti tutti i giorni dalle 10:00 alle 20:00. Molti centri commerciali sono chiusi per due o tre giorni feriali al mese.
  • Musei: aperti tutti i giorni dalle 10:00 alle 17:00. Molti musei sono chiusi il lunedì.
  • Uffici: aperti dal lunedì al venerdì dalle 09:00 alle 17:00. Chiusi i fine settimana ed i festivi.
La mancia non è un’abitudine giapponesi e non viene richiesta. Alcuni alberghi o ryokan possono lasciare una piccola busta in camera dove potete lasciare una piccola mancia per il personale di servizio (addetto alla pulizia).
L’acqua è potabile in Giappone. Per ragioni ambientali, provate ad utilizzare una bottiglia d’acqua riutilizzabile piuttosto che acquistare acqua in bottiglia.
In Giappone le religioni più comuni sono lo shintoismo e il buddhismo giapponese (sono circa 28 milioni). E’ diffuso anche il cristianesimo, l’islamismo, l’induismo e il taoismo. Molti giapponesi seguono una filosofia religiosa che accomuna diversi elementi di varie religioni. Questa filone religioso si chiama shinbutsu-shugo, che fu disconosciuto come religione nel 1868 ma oggi continua ad essere praticato.
Le festività sono:
  • Capodanno (1 gennaio)
  • La festa degli adulti (secondo lunedì di gennaio)
  • La festa della Fondazione dello Stato (11 febbraio)
  • Equinozio di Primavera (21 marzo)
  • Giornata del Verde (29 aprile)
  • Festa della Costituzione (3 maggio)
  • Festa Nazionale (4 maggio)
  • Giornata dei Bambini (5 maggio)
  • Giornata del Mare (20 luglio)
  • Festa degli Anziani (terzo lunedì di settembre)
  • Equinozio d'Autunno (23 settembre)
  • Giornata dello Sport e della Salute (secondo lunedì di ottobre)
  • Giornata nazionale della Cultura (3 novembre)
  • Festa del Lavoro (23 novembre) e genetliaco dell'Imperatore (23 dicembre)
Ambasciata d'Italia a TOKYO
2-5-4 Mita, Minato-ku
Tokyo 108-8302, Japan
Prefisso telefonico per Tokyo: +813
Tel: +81 3 34535291 - Fax: +81 3 34562319
Cell. di reperibilità per emergenze attivo nelle ore di chiusura degli Uffici: 090 3908 1006
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Consolato Generale d'Italia in OSAKA
Twin 21 MID Tower 31F, 2-1-61, Shiromi, Chuo-ku, OSAKA 540-6131
Tel: +81 (0)6-6949-2970 - Fax: +81 (0)6-6949-2920
Website: consolato Osaka

Pronto soccorso e pompieri: 119
Polizia: 110
L’assicurazione medica, bagaglio e annullamento è SEMPRE inclusa nei ns viaggi ; su richiesta è previsto un supplemento per aumento copertura medica (per ulteriori spiegazioni visitare la pagina "Assicurazione".)

 

LETTURE E FILM SUL GIAPPONE

LIBROAUTORE
Autostop con Buddha, Viaggio attraverso il Giappone Will Ferguson
Un geek in Giappone Hector Garcia
Lo spirito del Giappone. La filosofia del Sol Levante dalle origini ai giorni nostri Leonardo V. Arena
L'anima nascosta del Giappone Croce Marcella
Giorni giapponesi Angela Terzani
Racconti dei saggi del Giappone Pascal Fauliot
Giappone Mandala Fosco Maraini
Enigmatico Giappone Alan Macfarlane

 

FILMREGISTA
Memorie di una geisha Rob Marshall
L’ultimo samurai Edward Zwick
The Ramen Girl Robert Allan Ackermann
Lost in Translation Sofia Coppola
Tokyo! Joon-ho Bong Leos Carax, Michel Gondry
Vivere Akira Kurosawa
Babel Ridley Scott
Black Rain - Pioggia sporca Ridley Scott
­
×

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Iscriviti e ricevi le nostre idee di viaggio. Lo promettiamo: non ti tempesteremo!