­

Infoline +39 0461.1923456

Una delle zone più remote ed incontaminate del nostro mondo, dove la gente vive ancora in maniera nomade nelle loro tipiche abitazioni, Ger, che vengono montate e smontate ad ogni fine stagione. In poche parole la Mongolia è questa!

Avremo modo di scoprire come questi popoli vivano ancora di allevamento, dai cammelli del deserto Gobi, ai cavalli della steppa e foresta siberiana. Ma questo Paese non offre solo paesaggi spettacolari, è anche ricco di storia, come le rovine di Kharakorum, l'antica capitale del temibile Impero Mongolo di Gengis Khan, di cultura, come Erdene Zuu Hiid, il primo monastero buddista in Mongolia.

Lasciamoci pertanto catturare da questo paese dagli orizzonti sconfinati a perdita d'occhio e dai ritmi d'altri tempi, nel Paese spesso definito la "Terra del cielo blu".

Viaggi e Tour Mongolia, le nostre proposte

Transmongolica | Tour Piccoli Gruppi

Transmongolica Tour Piccoli Gruppi

Prezzo: Estate 2018 | Durata: 18 giorni

Mongolia Special | Tour Piccoli Gruppi

Mongolia Special Tour Piccoli Gruppi

Prezzo: Estate 2018 | Durata: 16 giorni

ESPERIENZE DA PROVARE IN MONGOLIA, LA TOP 10

CIBI E BEVANDE MONGOLI, I "MUST"

Viaggigiovani.it ritiene che uno dei modi migliori per scoprire un paese sia il cibo! La carne e il latte sono da sempre la base dell'alimentazione dei mongoli. Un vero incubo per i vegetariani, mentre gli animalisti possono consolarsi considerando che in Mongolia gli animali sono rispettati, se non addirittura venerati. In Mongolia gli alimenti vengono definiti "grigi" (carni) o "bianchi" (latte e derivati). Gli alimenti grigi, soprattutto montone e pecora (la carne è piuttosto grassa e saporita e costa poco ai mercati mongoli), vengono quasi sempre bolliti e lasciati galleggiare a pezzetti nel brodo. Vengono accompagnati dai buuz, grossi ravioli di carne e cipolla cotti al vapore o dai khushuur, la versione fritta dei buuz. Al mattino e di pomeriggio il tè al latte viene servito con i boortsog, biscotti fritti in olio, e carne lessa. Ci sono infinite opzioni tra cui scegliere. Ecco una lista che vi svela i migliori piatti mongoli:

Questi gnocchi di carne al vapore sono di solito serviti durante i periodi di festa, ma si possono trovare nei ristoranti e caffè durante tutto l'anno.
Simili al tipico buuz, questi gnocchi ripieni di carne sono fritti invece che cotti al vapore. I Khuushuur vengono serviti nei caffè di Ulaanbaatar, questa specialità è perfetta per una veloce merenda ma saporita.
L'influenza della Russia in Mongolia è evidente nella popolarità della vodka. Se vi siederete in uno dei numerosi locali potrebbero offrirvi di bere da una bottiglia di vodka che viene passata generosamente nel locale.
L'arkhi, (da 10 a 12°) è una bevanda tipica di questo paese, molto simile alla vodka ma meno alcolica.
È considerato uno dei piatti più peculiari della cucina mongola. Viene preparato con la carne di capra o di marmotta.
A base di latte di giumenta o di cammello, il kumiss è parte indissolubile della dieta della steppa. Le donne lo usano per fare l'urum, una specie di burro bianco che viene servito da solo o con del formaggio.

ACQUISTI E SOUVENIR MONGOLIA, I CONSIGLI

Non vorreste mica tornare a casa senza un souvenir della Mongolia? Anche se il paese non offre una grande varietà di produzioni locali, ecco una breve lista di cosa poter comprare:

  • Art: sostenere artigiani locali è un buon modo per restituire all'economia locale. Nei mercati e in molte gallerie si possono trovare dipinti vivaci di artisti mongoli.
  • Cashmere: il Cashmere della Mongolia è tra i più belli del mondo, perché non acquistare una sciarpa, un maglione prima di tornare a casa?
  • Feltro: i prodotti in feltro sono facilmente reperibili nella maggior parte dei negozi e mercati della Mongolia. Le pantofole sono in particolar modo apprezzate, morbide e calde sono sicuramente un dono perfetto per amici e parenti.

HIGHLIGHTS MONGOLIA

Ulaan Baatar

Come non iniziare dalla sua attuale capitale dove tutto ha origine? Nonostante a prima vista possa sembrare una città europea dalla forte influenza russa, Ulaan Baatar, dove vive circa un terzo dell'intera popolazione della Mongolia, è un misto di modernità e tradizioni. Nei suoi sobborghi infatti la gente vive ancora nelle sue tradizionali sistemazioni, le ger, yurte di feltro in forma circolare. Questa città comunque ha tanto da offrire, dai suoi musei, ai monumenti per Gengis Khan, dal monastero più importante del paese, Gandantegchinlen, agli spettacoli folcloristici.

Il deserto del Gobi

Se uno pensa alla Mongolia, una delle prime immagini che mette a fuoco è questo deserto che si trova nella parte meridionale del paese, al confine con la Cina. Una sperduta regione desertica fatta di terre aride e sassose, di formazioni rocciose spettacolari come Baga Gazrin Chuluu, dove si possono ammirare anche pitture rupestri, di altissime dune sabbiose come quelle di Hongoryn Els all'interno del parco nazionale di Gurvan Saikhan, nonchè ricca di animali tra cui i famosi cammelli a due gobbe, gazzelle e l'unico orso del deserto esistente al mondo. Inoltre, ospita anche tracce del passaggio di dinosauri. Nato da un mare interno, ai mongoli invece piace raccontare che sia nato in seguito al passaggio dell'esercito del Gengis Khan.

Erdene Zuu

Il cuore della Mongolia è la regione più accessibile e offre tantissimo da vedere. Infatti presenta un paesaggio vario ed interessante: delimitata dal deserto del Gobi e da diverse catene montuose, la maggior parte della regione è occupata da steppa, a tratti desertica e a tratti ricca di vegetazione. Da visitare uno dei bellissimi laghi dall'acqua cristallina, Terkhiin Tsagaan Nuur, il primo monastero buddista della Mongolia, Erdene Zuu Hiid, il cratere di un vulcano estinto, Horgo Uul.

FAQ MONGOLIA

Per recarsi in Mongolia è necessario il Passaporto con validità residua di almeno 6 mesi. Dal 1° gennaio 2016 è necessario richiedere il visto di ingresso anche per soggiorni turistici brevi, in quanto il Governo mongolo non ha prolungato il provvedimento di esenzione adottato nel 2015. Il visto turistico costa 65 più 10 di diritti d'agenzia (cui vanno aggiunte le spese di spedizione). Se desiderate incaricare Viaggigiovani.it di questa richiesta visto, ogni partecipante ci deve inviare fisicamente tramite posta o corriere i seguenti documenti:
  • Passaporto (con almeno 2 pagine bianche libere)
  • Una fototessera recente (48mm x 33mm) su sfondo chiaro
  • Il modulo di richiesta interamente compilato, stampato e firmato
La Mongolia non presenta rischi particolari. Serve soltanto il tempo necessario perché l'organismo si abitui all'alimentazione, a base di latticini fermentati. Non c'è obbligo di nessuna vaccinazione, ma controllate che le vaccinazioni abituali (difterite, tetano, poliomielite) siano aggiornate. Eseguite inoltre le vaccinazioni contro l'epatite A e B e la rabbia. Evitate di bere acqua non bollita. Acquistate bottiglie di acqua minerale ovunque sia possibile, oppure munitevi di pastiglie per la purificazione dell'acqua. Servizi medici sono disponibili ovunque, tuttavia ci sono limitate forniture di medicinali ed è difficile reperirli soprattutto nelle zone rurali lontane dai maggiori centri abitati. Le persone con particolari problemi di salute devono consultare il proprio medico prima della partenza e portare con sé i medicinali necessari. Ad Ulaanbaatar è possibile trovare medici occidentali che forniscono servizi ai turisti e sono contattabili non solo in caso di emergenza.
La Mongolia è un paese piuttosto sicuro. Tuttavia, la microcriminalità si sviluppa velocemente a Ulaanbaatar, quindi è meglio non passeggiare nelle vie buie o, di notte, prendere un taxi per rientrare. Fate attenzione anche ai borseggiatori nei mercati, sugli autobus e nei luoghi turistici. Ulaanbaatar presenta qualche problema legato alla consumazione abusiva di vodka.
La stagione più adatta è di solito quella compresa tra maggio e i primi di ottobre, ma se riuscite a sopportare il freddo più pungente potrete recarvi a Ulaanbaatar in qualunque mese dell'anno. Ai primi di luglio, i giorni ideali per visitare le regioni settentrionali, si svolge il Festival Naadam. Fate però attenzione, si tratta anche del periodo in cui i già inadeguati alberghi e i malandati trasporti pubblici di Ulaanbaatar si trovano al livello massimo di sopportazione. In giugno e settembre il clima è molto piacevole e il flusso di turisti relativamente scarso. Settembre e ottobre sono i mesi migliori per visitare il deserto del Gobi senza rischio di rimanere scottati. Fate attenzione che tra la metà di ottobre e la metà di maggio si verificano spesso improvvise tempeste di neve e brusche diminuzioni della temperatura in grado di bloccare voli e strade, nonché di mandare in tilt l'intero sistema di trasporti del paese.
La Mongolia è 6 ore in avanti rispetto all’Italia.
La lingua ufficiale è il khalkha, parlata dai tre quarti dei mongoli, molto spesso sotto forma di vari dialetti. Una parte non trascurabile della popolazione parla turco. È molto diffuso anche il russo. All'infuori delle guide turistiche, sono rarissime le persone che parlano inglese.
L'unità monetaria è il Tughrik (MNT), suddivisa in 100 möngö. 1 euro = 1,784 MNT circa. Pensate a cambiare denaro a sufficienza a Ulaanbaatar poiché, nel resto del paese, avrete difficoltà a trovare delle banche, gli euro vengono accettati tranquillamente. Molto comodo è anche prelevare attraverso gli sportelli automatici della capitale con il vostro bancomat, pur che sia abilitato all'estero. In Mongolia si possono trovare sportelli ATM nella capitale, assicurarsi di avere abilitato il bancomat per l’estero. Al di fuori della capitale e delle grandi città gli sportelli ATM sono rari.

Le carte di credito (Visa, Mastercard e American Express) sono accettate unicamente negli hotel, ristoranti e negozi importanti della capitale. Altrove, non vi saranno di alcuna utilità.
  • Lattina di birra = 1500 MNT
  • Pasto semplice in un ristorante = 4000 MNT locale
  • Cena in un ristorante internazionale = 10.000 MNT
220 V, 50Hz. Le prese elettriche sono diverse da quelle italiane. Possono verificarsi blackout di corrente. Le Ger dispongono di corrente elettrica per la ricarica delle batterie.
Per comunicare dalla Mongolia all’Italia e viceversa occorre tenere conto della compagnia telefonica che viene utilizzata e dai contratti internazionali che cambiano frequentemente. In linea di massima per telefonare dall’Italia alla Mongolia bisogna comporre il prefisso della Mongolia 00976 + il prefisso della città (per Ulaanbataar è 11) + il numero del telefono fisso o del cellulare. Dalla Mongolia all’Italia: 00139 (in alcuni casi 00239 o 00339) + numero con prefisso normale (ad esempio 06 per Roma) o cellulare. Si può telefonare in interurbana, oltre che dagli alberghi più evoluti (tariffe carissime), dalle cabine degli uffici postali o dai telefoni pubblici con le schede telefoniche che si acquistano nei numerosi punti Mobicom o Skytel (altre compagnie), con vari tagli e con una spesa di circa 800 Tughrik al minuto. Compatibilmente con le compagnie telefoniche, il vostro cellulare potrà comunicare, anche via sms, con l’Italia: tenete conto che la copertura completa c’è a Ulaanbaatar, nelle città, nei villaggi principali, in alcune zone a sorpresa della steppa e del deserto, specialmente sulle colline. La copertura di telefonia mobile è generalmente buona in Mongolia, anche se può essere irregolare o inesistente nelle aree remote o montuose.

L’accesso internet è ampiamente disponibile in Ulaanbaatar. Alcuni bar e caffè dispongono di connessione Wi-Fi, mentre molti alberghi e pensioni offrono la connessione internet. La disponibilità di Internet è molto meno comune al di fuori di Ulaanbaatar, quindi aspettatevi accessi limitati o inesistenti dal momento in cui lascerete la città.
Gli orari degli sportelli bancari sono i seguenti: lunedì - venerdì dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 15.00. Gli orari dei negozi sono variabili. Generalmente sono aperti dalle 8.00-9.00 alle 18.00-20.00.
Lasciare la mancia non è obbligatorio nei ristoranti e nei bar, anche perché nel conto è già prevista una tassa del 13%. Tuttavia, se volete dare una mancia, lasciate il 10% dell'importo del conto. Eccetto il mercato nero, la Mongolia non è un paese dove si usa mercanteggiare, perché la maggior parte dei negozi praticano prezzi fissi.
Bere l'acqua del rubinetto non è raccomandato in Mongolia. Per ragioni ambientali, cercare di evitare di comprare l'acqua in bottiglia. Riempire una bottiglia d'acqua riutilizzabile o borraccia con acqua filtrata. È anche consigliabile evitare il ghiaccio nelle bevande e di pelare frutta e verdura prima di mangiarla.
La maggior parte della popolazione mongola è buddista, si registra anche un notevole numero di atei.
1° gennaio: Capodanno.
Il Tsagaan Sar (Mese Bianco), in gennaio o febbraio, segna l'inizio del nuovo anno lunare. Dopo mesi di freddo polare, i mongoli si concedono più di tre giorni di festeggiamenti, con abbondanza di cibo, liquori e canti.
8 marzo: Festa della donna
1° giugno: Giornata dei bambini e delle mamme.
Luglio: il più importante evento dell'anno è il Festival Naadam, noto anche come eriyn gurvan naadam, così chiamato in onore degli "sport principali" del paese: lotta, tiro con l'arco e gare a cavallo. L'evento viene festeggiato in tutto il paese, solitamente tra l'11 e il 13 luglio, anniversario della rivoluzione mongola del 1921. Gli appuntamenti principali sono previsti nei primi due giorni.
26 novembre: Festa Nazionale.
Non esiste l'Ambasciata d'Italia in Mongolia, per problemi ci si può rivolgere a quella tedesca: Via delle Nazioni Unite – P.O.BOX 708, Tel. +976.11.323325, Fax +976.11.323905, Emergenze +976.9911 4665

AMBASCIATA D'ITALIA – PECHINO è competente anche per la Mongolia:
San Li Tun, 2 - Dong Er Jie, Beijing 100600
TEL.: (00 86 10) 6532 2131/2/3 - FAX: (00 86 10) 6532 4676;
Cellulare funzionario di turno (attivo per emergenze in orario di chiusura degli Uffici):
(0086) 13901032957 - nei fine settimana e giorni festivi h 08:00-20:00
(0086) 13520652007 - tutti i giorni h 20:00-08:00
Sito Internet: www.italianembassy.org.cn
E-mail : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Pronto Soccorso, Polizia, Vigili Del Fuoco: 911
Soccorso stradale CAA: (+1) 800 222 4357
L’assicurazione medica, bagaglio e annullamento è SEMPRE inclusa nei nostri viaggi ; su richiesta è previsto un supplemento per aumento copertura medica (per ulteriori spiegazioni visitare la pagina "Assicurazione".)

LETTURE E FILM SULLA MONGOLIA

LIBROAUTORE
Alle sorgenti del fiume giallo Leonardo Clark
In Mongolia in retromarcia Massimo Zamboni
Mongolia. L'ultimo paradiso dei nomadi guerrieri Federico Pistone
Sotto i cieli della Mongolia George Crane
Tempesta dall'Est Robert Marshall
Gengis Khan. Il figlio del cielo Frando Forte
Oriente Express. Storie dall'Asia Renata Pisu
Evasione in Mongolia Luigi jr Barzini
I cavalli del vento. Nel magico mondo di una sciamana della Mongolia Sarangerel
FILMREGISTA
La storia del cammello che piange Luigi Falorni e Byambasuren Davaa
Operation tatar Baatar Bat-Ulzii
Io e il vento Joris Ivens
Urga. Territorio d'amore Nikita Mikhalkov
Il conquistatore Dick Powell
Mongol Sergej Vladimirovič Bodrov
Horse Boy - L'amore di un padre Michel O. Scott
Il cane giallo della Mongolia Byambasuren Davaa
L'eletto Guillaume Nicloux
Khadak Peter Brosens, Jessica Hope Woodworth
Il matrimonio di Tuya Wang Quan'an

­
×

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Iscriviti e ricevi le nostre idee di viaggio. Lo promettiamo: non ti tempesteremo!