­

Infoline +39 0461.1923456

Chi sceglie l’Argentina per un viaggio si innamorerà inevitabilmente dei grandi viali alberati, delle gallerie alla moda, dell’elegante architettura e della semplicità della gente di Buenos Aires. Ma l’Argentina ha molto altro da offrire, come la Pampa regno incontrastato dei gauchos argentini, le terre selvagge della Patagonia, le impetuose Cascate di Iguazu, i vigneti di Mendoza. La varietà dei paesaggi ed ambienti naturali dell’Argentina è semplicemente senza eguali.

Viaggi e Tour Argentina, le nostre proposte

Senza Pensieri
Argentina Sur | Viaggi su Misura

Argentina Sur Viaggi su Misura

Prezzo: 3.570 | Durata: 12 giorni

Senza Pensieri
Toda Patagonia | Viaggi su Misura

Toda Patagonia Viaggi su Misura

Prezzo: 3.760 | Durata: 15 giorni

Senza Pensieri
Toda Argentina | Viaggi su Misura

Toda Argentina Viaggi su Misura

Prezzo: 5.150 | Durata: 17 giorni

ESPERIENZE DA PROVARE IN ARGENTINA, LA TOP 5

CIBI E BEVANDE ARGENTINI, I "MUST"

Viaggigiovani.it ritiene che uno dei modi migliori per scoprire un paese sia il cibo! Ci sono infinite opzioni tra cui scegliere ed in modi diversi, sia in piedi mangiando dello ”street food” o comodamente seduti in un ottimo ristorante. Ecco una lista che vi svela i migliori piatti argentini:

E' un tipico piatto argentino, cileno e uruguayano carne di manzo cotta alla brace.
Piatto d’obbligo per le feste nazionali, ogni regione dell’Argentina ha una ricetta propria, le empanadas sono un tipo di pane ripieno. A seconda di dove siete, troverete ripieni differenti, di verdure, patate, carne, ma anche olive, uvetta e uova.
Sono delle salsicce solitamente di carne suina o bovin vengono preparate arrosto e servite in un panino.
È una salsa fredda, una miscela a base di olio, aceto, aglio, cipolla, peperoni, origano e basilico.
Come dice il nome è un dolce di latte, una crema dolce utilizzata per i dolci o spesso spalmata su pane e biscotti, i più golosi possono anche mangiarla al cucchiaio.
Infusione preparata con le foglie di erba Mate, essiccata, tagliata e sminuzzata. Bere il mate è un rito quotidiano in quasi tutte le famiglie e, in alcuni casi, anche negli uffici dove è molto comune vedere professionisti lavorare davanti ai loro computer con una tazza di mate.

ACQUISTI E SOUVENIR ARGENTINA, I CONSIGLI

Non vorreste mica tornare a casa senza un souvenir dell’Argentina? Ecco una breve lista di cosa poter comprare:

  • Cuoio: il cuoio prodotto in argentina è uno dei più famosi e di qualità al mondo. Qualsiasi oggetto in cuoio compriate sarà sicuramente gradito da amici e parenti.
  • Dulche de leche: per i più golosi consigliamo un barattolo di dulche de leche, assaporarlo a casa vostra vi farà sembrare di essere quasi in Argentina.
  • Cinture: con le tipiche decorazioni colorate, sono un regalo perfetto che racconta della tradizione argentina.
  • Scarpe Espadrilles: colorate e leggere da trasportare. Questo modello di scarpa è ormai diffuso anche in Europa, ma regalare un paio di espadrilles originali ha il suo perché.
  • Set mate: non potete lasciare l’argentina senza un set per bere il mate, tipica bevanda di questo paese ne troverete ovunque e con bellissime decorazioni.

HIGHLIGHTS ARGENTINA

Buenos Aires

Buenos Aires, città perduta in lontane contrade australi, terra del tango, città dal passato glorioso, porto che ha visto approdare navi cariche di immigranti venuti da tutta Europa. Buenos Aires affascina, e da una metropoli dalle mille sfaccettature, non si sa cosa aspettarsi. Un europeo che scopre per la prima volta Buenos Aires non si sentirà troppo spaesato, e non è un caso! I portenos, gli abitanti di Buenos Aires, discendono dagli spagnoli e in seguito dagli italiani, che rappresentavano la maggioranza degli immigrati sbarcati alla fine dell'800. Ma anche l'architettura del centro di Buenos Aires è disseminata di riferimenti al Vecchio Continente: c'è un po' di Madrid sull'Avenida de Mayo, di Parigi nel quartiere chic di Recoleta, o ancora di Napoli nel quartiere popolare di La Boca. A tal punto che i portenos amano definirsi europei a causa delle loro origini e di un passato prospero e intellettualmente stimolante. Oggi, Buenos Aires si è trasformata in una metropoli a due velocità. I quartieri di Recoleta, Palermo e Belgrano suscitano ancora un'impressione di benessere, ma la miseria si ritrova a qualche chilometro dal cuore della capitale, nelle case di lamiera delle villas miserias, dove si ammassano migliaia di diseredati. Buenos Aires, città tentacolare, può apparire un'immensa massa di cemento grigio... allora seguite i nostri consigli, percorretela con il naso all'insù per non perdervi la bellezza architettonica delle facciate e delle cupole. Prendete uno dei numerosi autobus che attraversano la città. Non andate a dormire alle 10 di sera, pensando che tanto non ci sarà più nessuno per strada: la serata non è nemmeno cominciata! Non esitate ad attaccare bottone: i portenos sono curiosi, spontanei e generosi, e sempre felici di parlare con gli stranieri. Ed anche se in Argentina hanno la reputazione di essere presuntuosi ed arroganti, gli abitanti della capitale si rivelano colti, aperti ed espansivi. Danno importanza all'apparenza e adorano guardare ed essere guardati. D'altronde le portenas sono famose per la loro leggendaria bellezza...

Salta

Il suo nome deriva dall'antica lingua Aymara e significa "la molto bella", dovuto forse al fatto che il suo vasto territorio abbraccia tutti i tipi di paesaggi, dai deserti aridi al verde lussureggiante delle sue foreste. Dà il nome a una provincia e al suo capoluogo, antico snodo commerciale tra Bolivia e Perù, che conserva ancora in maniera intatta l'architettura d'epoca. Al di fuori del suo capoluogo, ha davvero tanto da offrire questa provincia, microclimi differenti, canyon, villaggi pittoreschi come Molinos, Cachi, ai piedi dell'omonimo Nevado (6.380 m), e Poyagasta. Ma è anche famosa per il suo vino e artigianato, da cui prendono nome due cammini, e per la sua gente aperta e sempre gentile. Dal capoluogo parte anche il famoso treno delle nubi, considerato il tratto ferroviario più alto al mondo che raggiunge un'altitudine di 4.475 m. Ripercorrerne la strada dà un'idea di questa imponente opera di ingegneria.

Cafayate

Situata nel sud della provincia di Salta, nata da missioni gesuite e francescane, questa splendida città è circondata da vasti vigneti e da diverse rinomate bodegas, le quali producono il miglior vino bianco d'Argentina. Ma è anche famosa per la quebrada de la Concha (canyon) che si sviluppa lungo la strada per il capoluogo. Il rio de la Conchas ha formato un canyon lungo 65 km perlopiù desertico, dalle colorazioni contrastanti. La tortuosa strada che lo percorre offre continui cambiamenti e particolari panorami molto ben segnalati che mostrano inusuali.

Ushuaia

Ushuaia è la città più a sud del mondo. Circondato dai Monti Martial, Ushuaia è situata sulle rive del canale di Beagle, all'estremità meridionale dell'isola di Tierra del Fuego. Una città strategica, in cui si può raggiungere il mare in pochi istanti e proprio dietro alla città si diramano percorsi che portano diritti verso i monti e le foreste che la circondano. “Ushuaia” deriva dalla lingua degli indiani Yamanas o yaghanes che significa "baia che penetra verso ovest”. Ushuaia è stata fondata nel 1884, come colonia per i prigionieri. Città di partenza per le spedizioni in Antartica, oggi Ushuaia è diventata un importante centro turistico. Da provare le gite in catamarano nel canale di Beagle da dove è possibile godere non solo dello splendido panorama circostante ma ,soprattutto, sarà possibile incontrare lungo il percorso goffi pinguini e leoni marini sonnolenti. Se siete amanti del trekking, il parco nazionale della Tierra del Fuego vi regalerà incantevoli paesaggi tra baie, spiagge e profonde vallate sovrastate da alte montagne.

Ghiacciaio Perito Moreno

E’ un ghiacciaio situato nel Parco nazionale Los Glaciares, nella parte sud-occidentale della provincia di Santa Cruz, in Argentina. È una delle più importanti attrazioni turistiche della Patagonia argentina. La formazione di ghiaccio, che si estende per 250 km² e per 30 chilometri in lunghezza, è uno dei 48 ghiacciai alimentati dal Campo de Hielo Sur, facente parte del sistema andino, condiviso con il Cile. Questo ghiacciaio continentale è la terza riserva al mondo d'acqua dolce. La particolarità del Perito Moreno è che è un ghiacciaio in movimento. Il fronte del Perito Moreno è formato da una lingua anteriore lunga circa 5 km che si staglia per oltre 60 m sul lago Argentino. Il movimento è dovuto all'esistenza alla base del ghiacciaio di una sorta di cuscino d'acqua che lo tiene staccato dalla roccia. A causa di tale movimento si registra un avanzamento del ghiaccio di circa 2 metri al giorno.

Penisola di Valdes

Sulla costa atlantica della Patagonia, legata alla terraferma dall'istmo Ameghino, si colloca la Penisola di Valdez, eccezionale parco nazionale argentino, dotato di un unico centro abitato, Puerto Piramides, ex centro minerario di estrazione del sale. La penisola di Valdez è famosa quale punto naturalistico straordinario per osservazione della balena australe. Le balene si avvicinano alle barche e con i loro salti e piroette regalano uno degli spettacoli più affascinanti ed armoniosi del mondo. Inoltre, da maggio a gennaio, si svolge il corteggiamento tra i cetacei, leoni marini, orche, elefanti di mare, otarie, cormorani da roccia, aironi notturni.A bordo di piccole lance si incontrano i cetacei e i delfini, mentre sulla terraferma si vedono le colonie dei Pinguini di Magellano e le foche.

Bariloche

San Carlos de Bariloche si trova nella provincia del Río Negro, nella Patagonia nord-occidentale, ai piedi delle Ande, sulle sponde del lago Nahuel Huapi, circondata dai monti Tronador, Cerro Catedral e Cerro López. È una famosa stazione sciistica, ma offre anche altre attività quali sport acquatici, trekking e alpinismo. È nota come la Svizzera Argentina. Fondata originariamente da austriaci, tedeschi e veneti provenienti in gran parte dalla provincia di Belluno intorno al 1895, prende il proprio nome da Carlos Wiederhold, il quale aprì un piccolo negozio in prossimità dell'attuale centro cittadino dopo aver attraversato le Ande dal Cile.

Iguazu

Considerate una delle 7 meraviglie della Natura, sono delle imponenti cascate generate dal fiume Iguazu che segna il confine tra Argentina e Brasile. Infatti è possibile visitarle da entrambi i lati. Designati dall’UNESCO come patrimonio dell’umanità, sono costituite da ben 275 cascate con altezze fino a 70 metri. I vari punti panoramici sono raggiungibili attraverso dei lunghi sentieri o con un trenino ecologico. L’high light del parco è sicuramente la Garganta del Diablo (Gola del Diavolo), il gruppo di cascate più profondo e alto.

FAQ ARGENTINA

Per i cittadini italiani è necessario essere in possesso di un passaporto con validità minima di sei mesi dalla data di arrivo in Argentina. Non è richiesto nessun visto per soggiorni fino ai 3 mesi (il permesso è comunque estendibile facilmente per altri 3 mesi, direttamente sul posto).
Per l’Argentina, nessuna vaccinazione è obbligatoria né consigliata. In tutto il Paese il livello igienico è eccellente e si può consumare tranquillamente qualsiasi cibo o bevanda. In Argentina però non è sicuro bere l'acqua di rubinetto, per cui è consigliabile consumare solo acqua in bottiglie sigillate oppure bevande calde. Per quanto concerne il "mal di montagna" (altrimenti detto "soroche") un'alimentazione leggera, un acclimatamento graduale ed eventuali farmaci specifici eviteranno problemi dovuti all'altitudine. È comunque opportuna in Italia una visita di controllo dal proprio medico. Il servizio di pronto soccorso negli ospedali argentini è valido e gratuito. Nel caso di necessità ricorrere al servizio medico senza alcun timore. Informarsi prima di partire se è il caso di stipulare un'assicurazione medica per il viaggio. Si consiglia di mettere in valigia i medicinali di uso abituale e quelli di prima necessità come disinfettanti, cerotti, aspirine, antinevralgici e disinfettanti intestinali, anche se le farmacie sono ben fornite e per la maggior parte dei farmaci non occorre presentare alcuna ricetta.
L'Argentina è uno dei Paesi più sicuri del Sudamerica. Bisogna però tenere presente che i turisti sono facilmente riconoscibili e primo obiettivo degli scippatori (come in tutto il mondo). Non portate grandi somme di denaro. Non vestite in modo eccentrico, non indossate gioielli o orologi preziosi. Sconsigliamo di avventurarvi in zone non sicure se non strettamente necessario e senza l'accompagnamento di una guida o una persona del posto. Raccomandiamo di fare una copia dei documenti personali e di viaggio, e di salvarli in una mail, o una chiavetta USB, in caso di smarrimento o furto faciliterai le pratiche per il rientro.
La particolare conformazione geografica dell’Argentina permette di visitarla tutto l’anno. La notevole estensione del territorio argentino implica diversi climi. Come tutta l'America Latina, che si trova sotto la linea dell'Equatore, l'Argentina presenta le stagioni invertite rispetto al nostro emisfero settentrionale, ovvero al nostro inverno corrisponde l'estate australe. L'inverno va da giugno ad agosto, l'estate comincia a dicembre e i mesi di gennaio e febbraio sono i più caldi dell'anno. A causa dell'ampiezza nella longitudine e nei rilievi, l'Argentina è soggetta a una varietà di climi. Di norma, il clima è prevalentemente temperato, con estremi che vanno dal subtropicale a nord al subpolare nell'estremo sud. Il nord del paese è caratterizzato da estati molto calde e umide, con inverni miti e secchi, ed è soggetto a periodiche siccità. L'Argentina centrale ha estati calde con temporali e inverni freschi. Le regioni meridionali hanno estati fresche e inverni freddi con pesanti nevicate, specialmente nelle zone montagnose. Le zone più elevate, a tutte le latitudini, sperimentano condizioni più rigide. Sia la temperatura massima che la minima mai registrate in Sudamerica si sono avute in Argentina. Le regioni meridionali, in particolare l'estremo sud, sperimentano lungi periodi di luce solare da novembre a febbraio (fino a diciannove ore), e notti lunghe da maggio ad agosto. Durante un tour in Argentina è consigliato un abbigliamento pratico e comodo: qualche capo pesante come pile e giacca a vento, per le zone più fredde e per le serate, scarpe comode (benissimo scarpe leggere da trekking, adatte alle visite nei parchi). Cappello e occhiali da sole.
In Argentina la differenza è di -4 ore rispetto all'ora italiana, di -5 ore quando in Italia è in vigore l'ora legale. La nazione non osserva l'ora legale.
In Argentina la lingua ufficiale è lo spagnolo (castigliano) ma è molto diffusa la conoscenza dell'italiano. L’inglese e l’italiano sono lingue molto usate, in certe zone si parla il guaranì.
Il Peso argentino (Ar$) è la moneta ufficiale. Spesso l’Euro viene accettato come moneta corrente, si consiglia il cambio in loco, in sportelli di Banca e case di cambio autorizzate; non sono consigliabili i travellers’ cheque. La carta moneta in circolazione sono da 100, 50,10 e 2 pesos, mentre le monete sono da 1, 0,50, 0,25, 0,10, e 0,005 centavos (esiste anche da 0,001 ma non viene mai utilizzata). Se vi affidate ai contanti ricordatevi che cambiare banconote di grosso taglio è un problema un po’ ovunque nel paese. Quando potete, cambiatele presso una banca. Se dovete cambiare valuta straniera, il dollaro americano è quello più accettato, anche se i pesos cileni e uruguayani sono facilmente scambiabili ai confini. Nei cambios delle grandi città potete scambiare contante in euro o dollari, ma altre valute sono difficili da scambiare fuori da Buenos Aires.

Le carte di credito sono facili da utilizzare e ben accette ovunque (anche se qualche volta comportano un supplemento di costo). Le carte di credito più comunemente accettate sono Visa e MasterCard, ma American Express e altre carte sono valide in molti esercizi commerciali. Alcuni locali aggiungono il 5%-10% di commissione per i pagamenti con carta di credito.

Esistono diversi Bancomat nelle città, possono essere utilizzati per ritirare denaro con le principali carte di credito. Gli sportelli bancomat sono presenti in tutte le città dell’Argentina e accettano tutte le carte di credito principali, dal momento che quasi tutti sono collegati ai circuiti Cirrus, Plus o Link. Usare un bancomat è il modo migliore per ottenere denaro contante, ma il lato negativo è che molte macchine permettono un prelievo massimo di AR$300 a transazione. Anche se è possibile prelevare AR$300 più volte dalla stessa macchina, tenete presente che molte banche addebitano AR$15 a transazione.
  • Tariffa City bus / metropolitana = 1-2 pesos
  • Bottiglia di birra in un bar / locale notturno = 10-20 pesos
  • Bicchiere di vino in un ristorante = 15-20 pesos
  • Pranzo semplice = 25-30 pesos
  • Cena in un ristorante = 50-100 pesos
Il voltaggio è di 220 V e la frequenza a 50 Hz. È necessario inoltre un adattatore che si può acquistare in loco (a volte la presa europea funziona).
Per chiamare in Argentina dall’Italia: comporre il prefisso internazionale 0054, l'indicativo urbano, quindi il numero desiderato. Per chiamare in Italia dall’Argentina: comporre il prefisso internazionale 0039, l'indicativo urbano con lo zero, quindi il numero desiderato. È possibile telefonare dagli alberghi con un servizio migliore, ma con tariffe maggiorate. La telefonia pubblica offre un buon servizio ed è possibile trovare telefoni che funzionano con monete, gettoni (cospeles) e tessere prepagate (tarjetas) in vendita presso giornalai, chioschi e compagnie telefoniche. Esistono anche locutori pubblici aperti 24 ore. Le tariffe per le chiamate sono ridotte dalle ore 22.00 alle 08.00. I numeri che cominciano per 0-800 sono gratuiti e quelli che cominciano per 0-810 hanno il costo di una chiamata locale anche se si utilizzano da località differenti del Paese. Su tutto il territorio argentino viene utilizzato sia il Triband (1900 Mhz) sia il Quadriband, quindi i telefoni cellulari funzionano solo se tri-band o satellitari.

La copertura telefonica in Argentina è molto buona nelle maggiori città ma è meno affidabile quando si viaggia in zone di montagna o remote. Se si desidera utilizzare il telefono cellulare, garantire roaming globale viene attivato prima di uscire di casa.

Con il maggior numero di utenti Internet in America Latina, in Argentina l'accesso a Internet non è di solito un problema. Le grandi città hanno hot spot Wi-Fi e internet caffè, tuttavia nelle aree remote o rurali la copertura può essere problematica. In genere in tutte le strutture è presente il Wi-Fi.
Le banche e gli uffici di cambio sono aperti dalle 10.00 alle 15.00; gli uffici commerciali sono aperti dalle ore 09.00 alle ore 12.00 e dalle 14.00 alle 19.00. I negozi nelle grandi città sono aperti dalle 09.00/09.30 alle 19.00; nelle periferie si chiude a mezzogiorno e si allunga l'orario di chiusura.
E' usanza lasciare l’equivalente di un 10% dell’importo in caffetterie e ristoranti. Questo vale anche per tassisti, portinai, facchini.
In Argentina, l'acqua è considerata sempre potabile se non diversamente indicato. Per ragioni ambientali, cercare di evitare di comprare l'acqua in bottiglia e utilizzare una borraccia o bottiglia d'acqua riutilizzabile.
La Chiesa cattolica è ritenuta la religione ufficiale, ciononostante la Costituzione riconosce libertà di religione.
Le feste religiose seguono il tradizionale calendario cristiano: Pasqua, il Lunedì di Pasqua e il Venerdì Santo le cui date variano di anno in anno; Natale, il 25 dicembre; Santo Stefano, il 26 dicembre. Tra le altre festività religiose locali segnaliamo le suggestive Candelaria, celebrata con una coinvolgente processione il 2 febbraio, e la Fiesta del Milagro in onore delle figure del Signore e della Vergine del Miracolo. Tra le festività pubbliche annoveriamo il Giorno dei Malvinas, il 4 aprile; la Festa del Lavoro, il 1° maggio; la Festa Nazionale, il 25 maggio; il Giorno Nazionale della Bandiera, il 20 giugno; la Festa dell’Indipendenza, il 9 luglio; il Giorno di St Martin, il 15 agosto; l’Anniversario della morte del Generale José San Martin, il 17 agosto.
Ambasciata d'Italia a Buenos Aires
Calle Billinghurst, 2577
1425 Buenos Aires
Tel. 005411 40112100 - Fax. 005411 40112159
Fuori dell'orario d'ufficio: cellulare 0054 9 11 51134530
Polizia: Tel. 800 999 5000 oppure Tel. 101 (servizio H24 collegato alla Polizia, solo in inglese)
Pronto soccorso medico: Tel. 107 - Emergenza nautica: Tel. 106 - Soccorso stradale: Tel. 0800.777.2894
L’assicurazione medica, bagaglio e annullamento è SEMPRE inclusa nei nostri viaggi ; su richiesta è previsto un supplemento per aumento copertura medica (per ulteriori spiegazioni visitare la pagina "Assicurazione".)

LETTURE E FILM SULL'ARGENTINA

LIBROAUTORE
L’ago nel pagliaio Ernesto Mallo
Il club dei cuori infranti di Buenos Aires Jessica Morrison
The Tao of Tango Johanna Siegmann
Santa Evita Tomas Eloy Martinez
Far away and Long Ago: un’infanzia argentina W. H. Hudson
In Patagonia Bruce Chatwin
Latinoamericana Ernesto Guevara
FILMREGISTA
Evita Alan Parker
Il segreto dei suoi occhi Juan Josè Campanela
Chronical of an escape Israel Adrian Caetano
Maradona- la mano de dios Marco Risi
Che, l'argentino Steven Soderbergh
La notte delle matite spezzate Héctor Olivera

­
×

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Iscriviti e ricevi le nostre idee di viaggio. Lo promettiamo: non ti tempesteremo!