­

Infoline +39 0461.1923456

Singapore, una 'città stato' formata da 63 isole e un mix di razze, culture e religioni, non è solo una capitale economica mondiale, ma sta diventando sempre più un’interessante destinazione per le vacanze. Quest’isola del Sud/Est asiatico dal clima tropicale offre molte cose da fare e attrattive da vedere. La ‘Svizzera d’Oriente’, la ‘città giardino’, la ‘città dei primati’, chiamatela come volete; certo è che Singapore è davvero unica e spicca tra le altre metropoli d’Oriente per i suoi record ed il suo sfarzo. In questa città unica al mondo, l’edificio più iconico è il Marina Bay Sands, una struttura formata da 3 enormi grattacieli, sede dell’omonimo albergo e di svariati negozi, uniti sulla sommità da un’enorme terrazza a forma di nave, lo SkyPark, che ospita pub, ristoranti, discoteche e la famosa piscina a sfioro che offre una vista mozzafiato sullo skyline della città. Altra tappa fondamentale sono i Gardens By The Bay, ricchi di luci luminose dei Super Trees, veri e propri giardini verticali alti tra i 25 e i 50 metri. Singapore è una città in cui i quartieri multietnici convivono a pochi isolati di distanza. Uno stop qui merita davvero!

Viaggi e Tour Singapore, le nostre proposte

 
Borneo Malese & Singapore | Tour Piccoli Gruppi

Borneo Malese & Singapore Tour Piccoli Gruppi

Prezzo: 2.340 | Durata: 15 giorni

 

 
Senza pensieri
Inverno Australia | Viaggi su Misura

Inverno Australiano Viaggi su Misura

Prezzo: 4.190 | Durata: 20 giorni

 

 
Self Drive
Australia da nord a sud | Viaggi su Misura

Australia da nord a sud Viaggi su Misura

Prezzo: 3.860 | Durata: 22 giorni

 

ESPERIENZE DA PROVARE IN SINGAPORE, LA TOP 5

 

CIBI E BEVANDE SINGAPORIANI, I "MUST"

Viaggigiovani.it ritiene che uno dei modi migliori per scoprire un paese sia il cibo! Ci sono infinite opzioni tra cui scegliere ed in modi diversi, sia in piedi mangiando dello ”street food” o comodamente seduti in un ottimo ristorante. Ecco una lista che vi svela i migliori piatti di Singapore, considerata la capitale dello street food:

 

Jow ho yay, un piatto a base di ostriche fresche, impanate e fritte in abbondante olio;
Goreng ikan bilis, piccoli pesci appena pescati, conditi con una salsa particolarmente speziata e piccante a base di arachidi e peperoncino macinato fresco;
Panggang ikan bawal, ancora un antipasto a base di pesce, con del novellame (pesci minuscoli) marinato nel latte di cocco, insieme a cipolle, aglio e peperoncino. Il tutto avvolto in delicate foglie di banano e cotto successivamente alla griglia per alcuni minuti;
Undang goreng, uno dei piatti singaporiani tipici, costituito da un aromatico tortino a base di gamberi fritti.
Mee soto ayam, sfiziosi noodles all'uovo serviti in un prelibato brodo di pollo;
Chicken rice e chilli crab, i tradizionali piatti singaporiani famosi nel mondo intero, a base di riso al pollo il primo e di granchio piccante il secondo;
Goreng sotong, con calamari fritti e verdure;
Hai yup yue, sfiziosi pezzi di pesci fritti tagliati a cubetti, conditi con una salsa di polpa di granchio e latte di cocco;
Kepac, a base di pollo, con zenzero, salsa di soia, aglio, cipolla e citronella;
Jarp we mun yue, pesce in umido con peperoncino, cipolla, salsa di soia e zucchero oppure, nella variante con la carne, a base di sfilaccetti di maiale con cavolo e funghi.
Laksa, una ricca zuppa di noce di cocco, arricchita da spaghetti di riso, vongole e gamberi;
Importato dagli Inglesi in epoca coloniale, il rituale del tè (Hight Tea) rimane molto vivo a Singapore. Numerosi sono i locali che, rigorosamente alle 16, servono il tè arricchito da dolci e scones come vuole la tradizione inglese oppure da sushi e sashimi in perfetto stile giapponese; l’esperienza è sicuramente da provare.

Per provare le specialità della cucina locale i posti migliori sono gli ‘hawker centre’ e i ‘food court’, grandi mercati coperti dove, tra chioschi e bancarelle, è possibile gustare, in un ambiente spartano e rilassato, piatti della tradizione, come il fried rice, e insolite pietanze esotiche. Pietra miliare fra i centri di questo genere è il Lau Pa Sat, tempio del cibo di strada ospitato in un grande edificio vittoriano. Chi ama le esperienze culinarie non può non recarsi a Chinatown Food Street, il tempio del cibo di strada di Singapore. Si trova proprio nel cuore della zona cinese, il quartiere più vitale e dinamico della Città del Leone. Sotto avveniristici ombrelli di vetro e lungo i suoi 100 metri di lunghezza, si susseguono 24 bancarelle, 6 ristoranti e numerosi chioschi e locali all’aperto che servono piatti della cucina asiatica aperti dalle 11 fino alle 23.00. Il Geylang Lor 9 Fresh Frog Porridge è l’indirizzo migliore per provare specialità tipicamente locali. Se si cercano sapori più esotici bisogna andare da Adam Road Nasi Lemak che offre eccellenti piatti malesi oppure da Serangoon Raju, per gustare autentiche specialità indiane. Ma per assaporare qualcosa di assolutamente tipico e introvabile nel resto del mondo bisogna recarsi in uno dei numerosi ristoranti che servono cucina Peranakan: un mix unico di sapori cinesi, malesi, indiani ed europei che rispecchia l’essenza di Singapore e l’incontro tra culture diverse che ha caratterizzato nei secoli la storia della città.

ACQUISTI E SOUVENIR SINGAPORE, I CONSIGLI

Non vorreste mica tornare a casa senza un souvenir del Singapore? Se siete amanti dello shopping, allora siete nel posto giusto. Singapore è un paradiso dello shopping, pieno di centri commerciali e di una miriade di negozi delle più grandi marche. Ecco una breve lista di cosa poter comprare:

 

  • Tecnologia: la città-Stato asiatica è uno dei più importanti poli tecnologici del mondo e gli apparecchi elettronici che vengono venduti sono sempre quelli di ultima generazione. Uno di questi luoghi è il Funan Center, che raggruppa ben 77 negozi specializzati nel commercio di smartphone, computer, fotocamere e altri strumenti digitali, con risparmi che rispetto ai listini europei possono arrivare fino al 30%.
  • Té e spezie: i venditori che espongono nei mercati vendono prodotti come il tè verde, spezie tra le più varie, come curry, pepe e curcuma oppure il durian, uno dei frutti più bizzarri del pianeta oltre che vero e proprio simbolo della città-Stato asiatica. Sulle bancarelle si trovano anche rimedi medici, come pastiglie di ginseng e misteriosi intrugli di origine cinese.

 

HIGHLIGHTS SINGAPORE

Gardens by the Bay

Imperdibili soprattutto di notte quando si può godere della luci luminose dei Super Trees, veri e propri giardini verticali alti tra i 25 e i 50 metri dove si trovano circa 163.000 piante e oltre 200 specie di fiori. Chi non soffre di vertigini può provare l’ebbrezza di salire in cima agli alberi e camminare attraverso una passerella aerea (OSCB Skyway) che collega alcuni di loro oppure godere del panorama della città degustando il meglio della cucina asiatica all’interno di uno dei numerosi ristoranti come il Supertree Dining o il Peach Garden Noodle House. Affascinanti sono anche le due serre in vetro della Cloud Forest e del Flower Dome; quest’ultima è entrata recentemente nel Guinness dei Primati come serra open space più grande del mondo.

China Town

Più del 70% della popolazione di Singapore è di origine cinese e naturalmente oggi non vive più concentrata qui, tra il fiume e le vie su cui affacciano le tradizionali shophouse dove le famiglie vivevano e lavoravano in condizioni terribili: ne trovate una testimonianza nel Chinatown Heritage Centre (chiuso al momento della nostra visita). È qui, però, che si concentrano i simboli culturali più importanti: templi, ristoranti, bancarelle gastronomiche e centri che praticano la riflessologia o la medicina tradizionale cinese. Da vedere. Visitate il Thian Hock Keng Temple, tempio hokkien costruito là dove un tempo arrivava il mare; non stupitevi se poco distante troverete una moschea e Sri Mariamman Temple, il tempio Hindu più antico e importante di Singapore: quello che un tempo era uno sviluppo urbanistico dettato dalle esigenze immediate oggi è diventato simbolo della pacifica convivenza tra culture. Non tralasciate il più recente Buddha Relic Temple.

Altri quartieri etnici

Singapore è una città in cui i quartieri multietnici convivono a pochi isolati di distanza: oltre a Chinatown, merita sicuramente una visita a Kampong Glam, zona a predominanza malese-araba, soprattutto la sera dove i caffè e i ristoranti non possono servire alcolici ma compensano con musica dal vivo e la possibilità di fumare narghilè. A Kampong Glam troverete il Malay Heritage Centre, un tempo sede della famiglia reale malese e oggi museo, e la svettante cupola dorata della Moschea del Sultano, finanziata da Raffles stesso. Anche le strade del quartiere sono disseminate di tentazioni gastronomiche, ma c’è di più. C’è Jalan Besar, una via che dagli incontri di pugilato è arrivata a diventare un piacevolissimo crocevia di arte, design e architettura tradizionale. È breve e percorrerla è un incanto: potrete far durare l'esperienza più a lungo fermandovi a un tavolino per ritemprarvi e ripensare al compatto e sensazionale viaggio in Asia appena fatto. Un altro quartiere da vedere è Little India il cui cuore palpitante è Serangoon Road, una delle più antiche strade di Singapore; la via è nota per i suoi templi indù (tra cui il tempio di Sri Veeramakaliamman dedicato alla dea Kalì), i negozi che vendono spezie indiane, i gioielli e tessuti.

Quartieri delle Nightlife

Singapore è una città che non dorme mai grazie ai party nei locali di tendenza dove si alternano i più famosi Dj internazionali. Il club più famoso è lo Zouk, situato in tre magazzini ristrutturati lungo le sponde del fiume. Ogni anno, nel mese di dicembre, il club ospita ZoukOut, uno dei più importanti festival internazionali di musica dance che richiama migliaia di visitatori. Una zona da non perdere per gli amanti della movida notturna è Clarke Quay, dove si trovano numerosi pub, ristoranti e club. Un’altra zona di locali e divertimenti è Dempsey Hill, la collina che un tempo ospitava la sede militare dell’esercito britannico e dove ora i singaporiani trascorrono le loro serate. Gli edifici sono stati riadattati, trasformando il quartiere in uno dei più trendy della città.

Palau Ubin

Per un salto nella Singapore del passato basta raggiungere Pulau Ubin, una piccola isola (pulau appunto in malese) raggiungibile in 10 minuti di navigazione su un bumboat. L'imbarco può essere molto divertente o piuttosto snervante: ogni barca cercherà di ottimizzare i viaggi avendo a bordo il numero massimo consentito di passeggeri, cosa che soprattutto nel weekend richiede calcoli aritmetici e divisioni dei gruppi operate dagli addetti con ferma decisione e scarsa pazienza.
Comunque sia andata, ora vi trovate in un mondo lontano da Singapore. Qui potete passeggiare o noleggiare una bicicletta per girare l'isola e stupirvi all'incontro di placide famiglie di cinghiali o di simpatiche scimmie. Girare l'isola è molto facile e potrete rifornirvi di acqua e bevande presso i distributori automatici installati in alcuni punti nevralgici. Fatevi indicare l'orario della bassa marea per raggiungere la passerella di legno che vi permetterà di osservare l'ambiente acquatico nel momento in cui questo è più visibile.

FAQ SINGAPORE

La maggior parte dei cittadini occidentali o non necessitano di un visto, o non ne hanno bisogno per un soggiorno turistico di non più di 90 giorni. Il passaporto deve avere validità residua di 6 mesi dalla partenza. Un permesso di 30 giorni viene rilasciato al momento dell'arrivo, e i prolungamenti sono difficili da ottenere.
Prima della partenza si consiglia la stipula di una assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche il rimpatrio aereo o il trasferimento in altro paese, poiché le spese medico-ospedaliere sono costose a Singapore. Si consiglia di prestare molta attenzione a cosa si mangia e beve poiché è ancora molto alto il rischio di contrarre l'epatite A e B.
Singapore è un paese molto sicuro, con bassi tassi di criminalità. Non si può dire che i borseggiatori siano del tutto assenti, ma in generale il crimine non rappresenta un problema. Questo non sorprende, date le pene severe inflitte ai delinquenti. Il traffico di droghe comporta la pena di morte, che viene regolarmente eseguita. Scusate la franchezza.
Potete scegliere qualsiasi periodo. Il clima non è un argomento di primaria importanza, poiché la pioggia a Singapore è una presenza pressoché costante, durante l'anno. Invece, cercate di far coincidere la vostra visita con una delle diverse feste e manifestazioni del posto: Thaipusam è una spettacolare festa indù, che si tiene intorno a febbraio. Se i vostri primi pensieri sono lo shopping e il mangiare, ad aprile troverete il Festival del Cibo di Singapore, e a giugno i grandi saldi.
Singapore è un'enorme sauna in qualsiasi periodo dell'anno. I mesi da novembre a gennaio sono i più umidi, ma neanche gli altri sono precisamente secchi. Da marzo a settembre c'è un'evidente mancanza di venti rinfrescanti. Generalmente, aspettatevi delle temperature intorno ai 31°C (88°F) durante il giorno, e di circa 24°C (75°F) di notte.
Ha 7 ore in più di fuso orario rispetto l'Italia.
Singapore ha quattro lingue ufficiali: inglese, Mandarin, Malay e Tamil. L’inglese è la lingua più comunemente parlata nel business, governo e l’istruzione.
La moneta è il dollaro di Singapore (SGD), che si divide in 100 cents. I maggiori centri commerciali accettano anche dollari USA e australiani, yen e sterline inglesi.
La maggior parte delle carte di credito internazionali sono accettate dai commercianti e nei bancomat.
Il servizio bancomat è facilmente utilizzabile. Per ritirare dei contanti sono da preferire gli agenti di cambio alle banche, dato che non prelevano una commissione di cambio.
  • Soft Drink = 3 SGD (2€)
  • Snack = 3 SGD (2€)
  • Bottiglia di birra al supermercato = 5 SGD (3,5 €)
  • Pranzo Basic = 7/8 SGD (5€)
  • Cena semplice per due in un pub = 60 SGD (40€)
  • Cena per due al ristorante italiano (vino e dolce inclusi) = 142 SGD (94€)
La corrente è a 220 V, 50 hertz. Sono in uso spine tripolari quadrate. È necessario un adattatore.
Il prefisso in uscita è 001, 002, 008 o 018, a seconda del fornitore del servizio, seguito dal prefisso del Paese che si desidera chiamare (per es. 00139 per chiamare l’Italia). Non sono in uso prefissi di area o città. I telefoni pubblici sono utilizzabili per chiamate locali e internazionali: funzionano con carte di credito e telefoniche, acquistabili presso edicole e negozi di telefonia. È possibile effettuare chiamate dagli hotel senza commissioni. Sono presenti numerosi operatori di telefonia mobile, che utilizzano reti GSM 900/1800.

La copertura della telefonia mobile è buona. Dall'Italia verso Singapore: comporre lo 00 + 65 + il numero del destinatario.

I viaggiatori avranno possibilità di accesso internet negli internet cafè e in gran parte dei ristoranti e hotel. Non sempre è gratuito.
Le banche sono aperte dalle 9:30 alle 15:00 nei giorni feriali e dalle 9:30 alle 11:30 il sabato.
La GST è una tassa applicata ai beni e ai servizi, per un valore pari al 3%. Questa tassa può essere recuperata per acquisti superiori ai 300$S. Per farlo, il negozio dove è stato effettuato l'acquisto dovrà far parte della rete di rimborso (adesivo "tax refund" all'entrata) e fornirvi un modulo. Dopo aver presentato il modulo (e la merce acquistata) all'ufficio competente dell'aeroporto, lo si spedisce, debitamente timbrato, al commerciante, che farà pervenire un assegno di rimborso tramite posta. Oltre alla GTS, esistono anche tasse del 10% sui servizi e dell'1% in alcuni hotel, bar, ristoranti o discoteche. Se queste tasse non sono direttamente incluse nel prezzo, dopo la tariffa segue il simbolo ++. Le mance non rientrano nelle abitudini di Singapore e sono vietate all'aeroporto.
Bere l'acqua del rubinetto non è raccomandato a Singapore.
A Singapore ci sono: Buddisti, musulmani, cristiani, induisti, sikh, taoisti e confuciani.
01 Gennaio - Capodanno
8/9 Febbraio - Capodanno Cinese (cambia ogni anno)
1/2* Maggio - Festa del Lavoro
21 Maggio - Vesak Day
6 Luglio - Hari Raya Puasa
9 Agosto - Festa Nazionale
12 Settembre - Hari Raya Haji
29 Ottobre - Deepavali (cambia ogni anno)
25/26* Dicembre - Natale
Chi visita Singapore può portare con sé 1 litro di vino, birra o liquori esentasse. Congegni elettronici, cosmetici, orologi, macchine fotografiche, gioielli (ma non imitazioni di gioielli), calzature, giocattoli e prodotti di artigianato non sono soggetti a tasse; si applica poi l'abituale esenzione fiscale per effetti personali come i vestiti. Singapore non concede invece esenzioni fiscali per le sigarette e il tabacco. È proibito importare grandi quantità di gomma da masticare. Fuochi d'artificio, banconote e monete-giocattolo, materiali osceni o sediziosi, accendini a forma di pistola, specie in via di estinzione o i loro sottoprodotti sono proibiti, come anche le registrazioni e le pubblicazioni pirata. L'importazione o l'esportazione di significative quantità di droghe illegali comporta la pena di morte, mentre per quantità minori si rischia da un minimo di due anni di prigione, oltre a due colpi di rattan (un tipo di canna), fino a 30 anni e 15 colpi di rattan. Se portate con voi delle medicine prescritte, dovreste avere la lettera di un medico o una prescrizione che confermi che sono necessarie. Non ci sono restrizioni all'importazione di valuta.
Ambasciata d'Italia
101, Thomson Road, # 27-02/03 United Square, Singapore 307591
Tel.: (00 65) 6250 6022

Singapour Tourism Board
1 Tourism Court, Orchard Spring Lane, Singapore 247729.
Tel.: (00 65) 6736 6622
Fax: (00 65) 736 94 23.

Comporre il 995 per il pronto soccorso, 999 per la polizia.
L’assicurazione medica, bagaglio e annullamento è SEMPRE inclusa nei nostri viaggi ; su richiesta è previsto un supplemento per aumento copertura medica (per ulteriori spiegazioni visitare la pagina "Assicurazione".)

 

LETTURE E FILM SU SINGAPORE

LIBROAUTORE
Singapore Sling Giancarlo Narciso
Vedrò Singapore? Piero Chiara
Sommergibili a Singapore Achille Rastelli
I romanzi dei pirati della Malesia Emilio Salgari
FILMREGISTA
15 Royston Tan
Cinquanta marines per Singapore Bernard T.Michel

 

­
×

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Iscriviti e ricevi le nostre idee di viaggio. Lo promettiamo: non ti tempesteremo!