­

Tra moschee e basiliche, minareti e bazar, attraversando la citta' fino ai quartieri piu' tradizionali e meno conosciuti. I consigli di Viaggigiovani.it per una visita completa (e stupefacente) di Istanbul.

Europea ma anche asiatica, cristiana e al tempo stesso islamica, antichissima ma moderna, custode di tradizioni millenarie e al tempo stesso proiettata verso il futuro: il fascino misterioso e inafferrabile di Istanbul è tutto racchiuso in questa sua anima multiforme, nella magia con cui la città riesce ad essere una cosa e al tempo stesso il suo contrario.

Progettata dall’imperatore Costantino per diventare addirittura la Nuova Roma, l’antica Bisanzio fu in effetti una delle città più importanti del mondo antico. Oggi non è da meno: affacciata sulle sponde del Bosforo, il canale che collega il Mar Nero al Mar di Marmara, vanta un centro storico immenso e proteso sul Corno d’oro, la baia su cui la città si è sviluppata. Il suo skyline, che alterna cupole di moschee e basiliche (tra cui la celebre Moschea Blu e la leggendaria Santa Sofia), minareti, torri e moderni grattacieli, è considerato uno dei più belli del mondo. Antico e moderno si mescolano e si congiungono anche grazie al ponte di Galata, il quarto più lungo del mondo, che congiunge le due sponde del Bosforo. Si passa così dalla città vecchia con i suoi antichi palazzi (come il Topkapi, la formidabile residenza dei sultani) alla città nuova, moderna e cosmopolita, animata a tutte le ore da una moltitudine eccentrica e pronta a divertirsi, che al calar della sera si dà appuntamento in piazza Taksim.

 

­ A Istanbul, a differenza di quanto succede nelle città occidentali
con le vestigia dei grandi imperi del passato,
i monumenti storici non sono reliquie protette ed esposte come in un museo,
opere di cui ci si vanta con orgoglio.
Qui le rovine convivono con la città.
Ed è questo ad affascinare viaggiatori e scrittori di viaggi. ­

Orhan Pamuk

 
Istanbul | Viaggigiovani.it
 

Credit:

Fatih on Unsplash
 

Insomma, qualunque sia la vostra passione, dalla cultura alla vita notturna, dalla cucina etnica alla religione, passando ovviamente per lo shopping, a sole tre ore di volo dall’Italia, Istanbul saprà incantarvi (a patto che seguiate i consigli selezionati da Viaggigiovani.it...)

 
 
 
 

Istanbul: cosa vedere tra storia e cultura

Il canale del Bosforo taglia Istanbul (a volte erroneamente chiamata Istambul o Instanbul) esattamente a metà e divide la città asiatica (a oriente) dalla città europea (a occidente). È quest’ultima la parte più interessante, dove si trovano sia la Città Vecchia, sia il Beyoglu e gli altri quartieri più moderni e animati.

La Città Vecchia è davvero uno scrigno infinito di meraviglie: è qui, nel quartiere di Sultanahmet, che potrete ammirare autentiche bellezze di arte e architettura, come il Palazzo Topkapi, simbolo del potere di Istanbul come sede dell’Impero Ottomano, la Moschea Blu e la Basilica di Santa Sofia.

Così chiamata per via delle migliaia di piastrelle di ceramica turchese che rivestono le pareti superiori e la cupola, la Moschea Blu Istanbul è l’unica al mondo ad avere sei minareti ed è illuminata da ben 200 vetrate e da decine di preziosi lampadari che pendono dal tetto. Proprio di fronte sorge Santa Sofia – in turco Aya Sophia, in greco Hagia Sophia – uno straordinario esempio di architettura bizantina, fatta costruire dall’imperatore Giustiniano nel VI secolo. Da fuori vi sembrerà mastodontica, ma entrando resterete a bocca aperta: le dimensioni della sala principale sono colossali, mentre le luci soffuse, le colonne possenti e i medaglioni decorativi conferiscono all’insieme un’atmosfera di silenzioso mistero. Ci si sente piccoli e sperduti e al tempo stesso si percepisce l’enorme eredità culturale lasciata dalle diverse fedi religiose nella basilica: cattedrale cattolica prima, sede patriarcale greco-ortodossa poi, moschea dopo, museo fino al luglio 2020, riconvertita in moschea oggi.

 
Santa Sofia Istanbul | Viaggigiovani.it
 

Credit:

Shutterstock
 

Lasciando Santa Sofia alle spalle dirigetevi all’Ippodromo di Costantinopoli, parco lussureggiante punteggiato di aiuole fiorite e fontane, oppure a pochi passi entrate nella Basilica Cisterna - in turco Yerebatan Sarnıcı, conosciuta anche come Palazzo Sommerso - eccezionale costruzione sotterranea di epoca romana, usata per l’approvvigionamento idrico. Le arcate interne sono sostenute da 336 colonne tutte diverse per stile e materiali, tra cui spiccano le due con la testa di Medusa. Un po’ più lontana (ma il fantastico panorama vi ripagherà del percorso) è la Moschea di Solimano, immensa e scenografica moschea ottomana, che sorge sul sesto colle di Istanbul, nella parte occidentale della città.

Dopo una giornata dedicata all'arte islamica ed alla sua storia, non dimenticatevi di ritagliarvi qualche ora di shopping, che da queste parti non può prescindere da una visita al Gran Bazar di Istanbul, il mercato coperto più grande e famoso del mondo. Il Gran Bazar, seppur turisticizzato, equivale ad una full immersion nella cultura turca più verace: qui il commercio non è solo un lavoro, ma un rituale con regole ben precise. Preparatevi a contrattare i prezzi e a portare a casa quantità industriali di spezie, olii profumati, dolci, frutta secca, caffè, stoffe e gioielli artigianali. Sarà un modo per ricordarvi di Istanbul e della Turchia anche una volta finito il viaggio. Ma tanto siamo pronti a scommettere che avrete voglia di tornarci molto presto, magari per aggiungere qualche giorno e visitare la magica Cappadocia!

 

Voglia di Istanbul e Cappadocia? Scoprite il sensazionale tour in Turchia che le racchiude entrambe

 

Istanbul: luoghi di interesse che pochi conoscono

Si sa che a rendere speciale un’esperienza di viaggio sono le “chicche”, quei luoghi dall’atmosfera magica che pochi conoscono e dove la presenza turistica è ridotta all’osso. Ecco allora il consiglio targato Viaggigiovani.it, che difficilmente altri operatori propongono: avventuratevi a scoprire l’anima autentica e meno artefatta di Istanbul, passeggiando per i quartieri di Fatih, Fener e Balat, tre zone davvero imperdibili dove respirare a pieni polmoni la storia e la cultura della capitale turca. Si trovano sempre all’interno della Città Vecchia, ad ovest di Eminönü e si sviluppano in un dedalo di stradine tortuose, su cui si affacciano vecchi palazzi, casette colorate e monumenti religiosi.

 
Balat Istanbul | Viaggigiovani.it
 

Credit:

Enes Küp on Unsplash
 

Fatih custodisce l’anima più conservatrice di Istanbul, essendo popolato soprattutto da persone di fede islamica. Molto caratteristico è il vivace mercato del mercoledì, che si svolge attorno alla moschea del quartiere e alle tipiche case turche in legno. Fener è invece lo storico quartiere greco-ortodosso, dove si è conservata la vecchia Istanbul e la sua anima eclettica e multietnica: le culture e le religioni (armeni, ebrei, bizantini, ottomani) qui si intrecciano e si riconoscono nelle architetture caratteristiche degli edifici. Balat, infine, è il romantico e decadente quartiere ebraico; da scoprire passeggiando per le strade polverose, visitando le tre splendide sinagoghe e assaggiando le specialità locali: su tutte, le kofte, squisite polpette turche di carne.

 

­ Istanbul.
C’è un solo modo per conoscerla bene:
girare da solo, a piedi, e smarrirsi. ­

Umberto Eco

 

Talvolta, proprio smarrendosi nei luoghi reconditi e fuori dalle solite rotte turistiche, si ritrovano i profumi di una volta, il ritmo rallentato della quotidianità e i suoni della tradizione ­ lasciatevi trasportare dalla Playlist Turchia su Spotify di Viaggigovani.it.

 
 

Cosa vedere a Istanbul nella moderna citta' commerciale

La Istanbul del nuovo millennio è quella dei quartieri a nord del Ponte di Galata: Beyoglu e la frenetica Piazza Taksim. Qui batte il cuore della moderna città commerciale, ricca di negozi, mercati, bazar, ristoranti e locali, frequentata ad ogni ora del giorno e della notte. Tra le cose più interessanti da vedere in questa parte di Istanbul ci sono il Ponte di Galata e la Torre di Galata, entrambi fondamentali nel panorama urbano della capitale: il ponte di Galata, oltre ad essere il quarto più lungo del mondo, ospita una folta serie di locali e caffè, dove si può gustare pesce appena pescato, piatti tipici e street food come il balik ekmek, pesce fritto o grigliato servito in una fragrante pagnotta. Assaggiatelo e non potrete più farne a meno.

Visto che siete nei paraggi, un ulteriore consiglio di Viaggigiovani.it, è di salire sulla Torre di Galata: dall'alto dei suoi 61 metri potrete scattare foto strepitose, visto che da qui si gode di uno dei panorami migliori sulla città. Prima di recarvici, informatevi su orari, prezzi e modalità d'accesso (la fila talvolta è più lunga del previsto). Non andatevene senza prima aver gustato un aperitivo al tramonto all’ultimo piano dell’Hotel Anemon Galata, o una cenetta al ristorante Leb-i Derya: la vista sul Bosforo solcato dalle navi e sulla città è semplicemente struggente. Direttamente sul Bosforo si affaccia il Pierre Loti Cafè, storico bar con vista da manuale su tutto il Corno d’Oro.

 
Torre Galata Istanbul | Viaggigiovani.it
 

Credit:

Resul on Unsplash
 
 

Ethos, la serie TV Netflix girata alle porte di Istanbul di cui tutti parlano in Turchia

Personaggi di classi sociali differenti, dal passato culturale diametralmente opposto, laici da una parte e musulmani dall'altra. Ethos è la nuova serie TV Netflix di cui tutti parlano, che racconta una Turchia vera e "senza veli", tanto umile quanto spiazzante. Dialoghi ripetitivi ma mai banali, rivelazioni spiazzanti e difettose, perseguono il fil-rouge della commedia tra traumi del passato e problematiche attuali, in cui ad emergere è il dramma dei legami affettivi. E sullo sfondo un'Istanbul poco conosciuta, lontana dalla confusione, vicina alla ruralità, dove i ritmi ed i pensieri sono totalmente differenti dalla frenesia cittadina.

 
 
 

Hamam Istanbul, relax nei tradizionali bagni turchi

Qualsiasi viaggio in Turchia non può ritenersi completo senza aver sperimentato il tradizionale bagno turco "Hamam", un’esperienza tanto unica quanto rigenerante. Il bagno turco tradizionale ha sempre due strutture separate per uomini e donne, che iniziano il percorso avvolti nel pestemal, il telo che viene fornito all'ingresso.

Il rituale dell'Hamam turco è semplicemente una libidine: dopo essersi cambiati e messi il pestemal, prima si passa dal tepidarium (sezione destinata ai bagni in acqua tiepida nelle antiche terme romane) e poi al calidarium (destinato ai bagni in acqua calda e ai bagni di vapore), dove al centro si trova la pietra ombelicale - "göbek tasi" in turco - una grossa piattaforma di marmo riscaldata dal basso. Dopo essersi lavati, ci si sdraia su questa piattaforma e si inizia a... sudare! Dopodiché due mani avvolgenti vi catapulteranno nell'Eden: sarete massaggiati dal personale, rigorosamente del vostro stesso sesso, un massaggio su tutto il corpo effettuato con il "Kese", guanto che rende straordinariamente morbida la vostra pelle togliendo lo strato morto di pelle. Terminato il massaggio, si passa dal tepidarium in una camera dove ci si siede e ci si rilassa in totale silenzio.

Uno degli Hamam piu' famosi e tradizionali di Istanbul è il Cemberlitas, a pochi passi dal Gran Bazar, proprio accanto alla Colonna di Costantino, chiamato in turco come "Çemberlitas", ovvero "Colonna Cerchiata". L'Hamam di Çemberlitas era un'opera del grande architetto ottomano Sinan; la parte originariamente riservata alle donne oggi è scomparsa a causa dell'allargamento della strada, ma l'hamam propone sempre due parti separate per i due sessi.

 
 

I ristoranti di Istanbul, dove si mangia tipico

In una città di 16 milioni di abitanti come Istanbul, non sarà difficile trovare un ristorante che rispecchi i propri gusti, ma allo stesso tempo il rischio di mangiar male spendendo molto è elevato. La cucina turca si contraddistingue per la varietà e la fantasia con cui vengono preparati i piatti, spesso a base di ingredienti come frutta, verdura, carne e pesce, accompagnati da spezie. Per assaporare il meglio di queste pietanze, vogliamo indirizzarvi verso i giusti locali tipici, in quei ristoranti di Istanbul dove si mangia ottimamente, parola di Nomade Moderno!

  • Beso Restaurant Bistro: certamente tra i migliori ristoranti non solo di Sultanahmet ma di tutta Istanbul. L’atmosfera è molto caratteristica, in stile ottomano, che rispecchia le pietanze offerte, soprattutto turche con influenze mediterranee. Gran parte del cibo è fatto in caso, considerando che carne e pesce sono sempre freschi. I piatti guardano più alla qualità che alla quantità, ma ne uscirete soddisfatti. Necessaria la prenotazione.
  • Saltan Fish & Kebab House: a vedere questo ristorante non gli si darebbe una lira, ma le apparenze ingannano. Pietanze abbondanti e deliziose, a base di carne e pesce in tipico stile ottomano, con opzioni per vegani/vegetariani e senza glutine.
  • Olive Anatolian Restaurant: ristorante raffinato d’eccellenza nel cuore di Sultanahmet, un piacere per la vista ed il gusto perché si trova su una terrazza a vista sul Topkapi Palace, il Bosforo, la Torre Galata e Ayasofia. I piatti sono gourmet, soprattutto a base di pollo. Ideale per cene romantiche. Necessaria la prenotazione.
  • Ciya Sofrasi: probabilmente il miglior ristorante di Istanbul per via della varietà del menu, con ricette della tradizione anatolica ritoccate con maestria. Non bastasse, la zona che lo circonda è meravigliosa, per questo non è necessario essere un esperto della cucina turca per metterci piede dentro, soltanto la bellezza del luogo basta ad invitarvi al suo interno.
  • Karakol: locale meraviglioso, nel quale si mangia in un vecchio giardino dei sultani. L’ambiente è stato restaurato e si respira un’atmosfera puramente ottomana, proprio anche per la cucina a base di carne e melanzane. Recensioni molto positive da parte di stimati gourmet non fanno che invitarvi ancor più a provare i piatti ottomani del Karakol, dal costo per niente troppo alto.
  • Arch Bistro: ristorante semplice ma ricercato, a pochi passi dal centro di Sultanahmet. Offre menù tipici di carne e pesce. Ospitalità e gusto vanno di pari passo; inoltre i prezzi sono contenuti.
 
 

Istanbul, come spostarsi in citta'

Istanbul, oltre a candidarsi tra le città più affascinanti al mondo, potrebbe a mani basse partecipare alla "palma" delle metropoli più congestionate: qualsiasi sia l'orario, giorno e notte, auto, moto, pullman occupano le strade di Istanbul, un incessante ronzio di motori e rumori che deturpano l'atmosfera e l'ambiente. Fortunatamente l'anima di questa città è talmente immensa e profonda che la confusione passa in secondo piano.

Se state organizzando il vostro viaggio a Istanbul, chiedendovi quale sia il miglior modo per spostarsi in città, i mezzi pubblici sono la scelta ideale. Non esiste un vero abbonamento al sistema di trasporti, né giornaliero né settimanale, ma potete sempre acquistare la Istanbulkart, una carta ricaricabile valida su tutti i mezzi pubblici.

I vantaggi dell'Istanbulkart:

  • utilizzando la Istanbulkart potrete accedere a tutti i mezzi urbani di Istanbul, ovvero autobus, metropolitana, tram, traghetti e funicolare;
  • con la Istanbulkart risparmiate sul prezzo della singola corsa: ogni viaggio costerà solo 2,15TL (anziché 4TL);
  • ad ogni cambio da un mezzo pubblico ad un altro, con la Istanbulkart avrete diritto ad uno sconto a scalare (con un massimo di 5 cambi nell’arco di 2 ore);
  • la Istanbulkart non ha limiti di tempo, per ottenerla si paga un deposito di 7TL ma prima di rientrare alla propria dimora è possibile restituirla e riottenere 5TL o 7TL;
  • non è necessario prendere più di una Istanbulkart anche se si fa parte di un gruppo numeroso, ne basta una, dato che è possibile ricaricarla col credito necessario per tutti, in questo modo però in caso di transfer lo sconto a scalare verrà applicato solo una volta;
  • la Istanbulkart si trova in ogni stazione metropolitana, agli imbarcaderi e nelle stazioni autobus più importanti;
  • per utilizzare la Istanbulkart è sufficiente farla passare davanti ai sensori dei tornelli ed attendere il bip di conferma;
  • la Istanbulkart si ricarica facilmente negli stessi chioschi in cui si acquista oppure tramite le apposite macchinette, sia con monete che banconote;
  • infine, il credito residuo non è rimborsabile, quindi... fate bene i calcoli.
 
Istanbul | Viaggigiovani.it
 

Credit:

Fatih on Unsplash
 
Avete letto i consigli essenziali per il vostro prossimo viaggio a Istanbul. Per ulteriori dritte sulle migliori sistemazioni e le esperienze più incredibili... vi raccomandiamo di partire con noi!
 
 

Per scoprire Istanbul scegliete un viaggio in Turchia di Viaggigiovani.it

 

 

 
Turchia Original | Tour Piccoli Gruppi

Turchia Original Tour Piccoli Gruppi

Da Istanbul ad Antalya, passando per Cappadocia, Pamukkale, Efeso e le spiagge del mar Egeo. Unico e completo viaggio in Turchia, tra le sue attrazioni piu' suggestive.

Estate 2022 | Durata: 15 giorni

 

 
Istanbul e Cappadocia | Tour Piccoli Gruppi

Istanbul e Cappadocia Tour Piccoli Gruppi

Metropoli e antichita', natura e tradizioni. Istanbul e Cappadocia, la combinazione ideale per un profondo assaggio di Turchia.

Autunno 2021 | Durata: 7 giorni

 

 
Turchia in Libertà | Tour Piccoli Gruppi

Turchia in liberta' Viaggi su misura

Viaggio in Turchia con auto a noleggio, tra le sue migliori attrazioni: Istanbul, Cappadocia, Pamukkale, Efeso e Fethiye. Volo in mongolfiera incluso.

Prezzo: 1.690 | Durata: 14 giorni
 
Cappadocia Original | Tour Piccoli Gruppi

Cappadocia Original Tour Piccoli Gruppi

Viaggio in Turchia alla scoperta della magica Cappadocia, per essere protagonisti di una fiaba.

Inverno 2021 | Durata: 6 giorni

Scritto da: Giada V. e Claudio P. Redatto da: Claudio P. Copertina: Shutterstock

viaggi skyline arancio 2020
­

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Leggi Attentamente

Info utili ai tempi del C-19

Garanzie, voucher, vantaggi, flessibilità, assicurazioni e coperture.
Scopri tutte le soluzioni che stiamo adottando per i nostri Nomadi Moderni.