­

Infoline +39 0461.1923456

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Febbre Gialla e Malaria, indicazioni per i nostri viaggiatori

La prevenzione prima di tutto. Anche prima di intraprendere un viaggio, che sia a corto o lungo raggio, è necessario e consigliato ad ogni viaggiatore partire informato sulla situazione sanitaria del paese prescelto, sia per preservare la propria integrità fisica che evitare spiacevoli inconvenienti (o, nella peggiore delle ipotesi, effetti collaterali permanenti).

Quando si è in procinto di partire, oltre che stipulare una polizza assicurativa con una copertura sufficiente – sempre inclusa nei viaggi di Viaggigiovani.it – è bene controllare di essere in regola con le vaccinazioni previste dal programma nazionale italiano (in particolare vaccinazioni contro difterite e tetano). Poi a seconda della meta, saranno consigliati dei vaccini o delle profilassi specifici contro determinate malattie.

Numerosi i siti web, sia istituzionali che di organizzazioni mondiali, che trattano e spiegano il “tema sulle vaccinazioni e profilassi”, in modo esaustivo. Ma talvolta non molto chiaro, confusionario e poco attendibile. Per questo noi di Viaggigiovani.it abbiamo deciso di creare questa Infografica; nello specifico abbiamo deciso di concentrarci su febbre gialla e malaria, le malattie più rappresentative e comuni della fascia tropicale, rappresentandone graficamente rischio e relative prevenzioni, in tutti quei paesi inclusi nella nostra programmazione.

FEBBRE GIALLA

La febbre gialla, trasmessa all'uomo dalla puntura di zanzare appartenenti al genere Aedes (e non per contagio interumano diretto), è una malattia virale acuta che costituisce un serio problema di sanità pubblica, soprattutto in molte aree di Paesi dell'Africa centrale ed occidentale a sud del Sahara, ed è presente allo stato endemico* anche in alcune zone equatoriali e tropicali dell'America centrale e meridionale.

*Si definisce endemica una malattia che è sempre presente tra la popolazione di una certa area geografica, con un numero di casi sostanzialmente costante nel tempo.

I casi di febbre gialla in viaggiatori internazionali sono rari. Il rischio di contrarre questa malattia nel corso di un viaggio in zone endemiche è solitamente modesto e direttamente legato alla durata del soggiorno, ma non può essere escluso neanche per viaggi di breve durata. Molti paesi endemici o a rischio di febbre gialla per la presenza di zanzare Aedes richiedono la vaccinazione antiamarillica come condizione per l'ingresso sul loro territorio, a tutti i viaggiatori, oppure a quelli provenienti a loro volta da aree endemiche (il certificato di vaccinazione antiamarillica è valido a partire dal 10° giorno successivo alla somministrazione del vaccino, per un periodo di 10 anni).

Per i nostri viaggi (come riportato nell’infografica) il vaccino è consigliato (pallino azzurro) se il viaggiatore si dovesse recare in una delle aree a rischio (quelle selvagge e rurali) di Panama, Ecuador, Bolivia, Cile, Brasile, Argentina e Etiopia (non è il caso per itinerari classici riportati sul nostro sito). Il vaccino contro la febbre gialla è invece obbligatorio in quei paesi il cui confine ha il perimetro rosso, solamente nel caso in cui il viaggiatore provenga da un Paese a rischio trasmissione (lista dei paesi a rischio trasmissione febbre gialla).

Ad ogni modo, noi di Viaggigiovani.it, sconsigliamo di:

  • indossare abiti di colore scuro, con maniche corte e pantaloni corti
  • usare profumi (potrebbero attirare gli insetti)
  • sottovalutare il rischio e non applicare sulla cute esposta e nella propria camera repellenti per insetti a base di N,N-dietil-n-toluamide o di dimetil-ftalato.

MALARIA

La malaria è una malattia infettiva dovuta ad un protozoo, un microrganismo parassita del genere Plasmodium, che si trasmette all'uomo attraverso la puntura di zanzare del genere Anopheles. Il 40% della popolazione mondiale vive in aree in cui la malaria è endemica ed è soprattutto il caso di gran parte di alcune aree dell'Africa, del sub-continente indiano, del sud-est asiatico, dell’America latina e in parte dell'America centrale (97 i paesi in cui il rischio di malaria è presente).

L’infografica mostra la distribuzione della malaria nei paesi trattati da Viaggigiovani.it. Come potete notare, il rischio di contrarre questa malattia è altamente variabile da paese a paese (la scala di colori lo dimostra), ma soprattutto da area ad area. Nella maggior parte dei territori il rischio malarico è concentrato principalmente in aree rurali e selvagge, come la foresta Amazzonica. Tutti i tour proposti da Viaggigiovani.it non toccano queste aree a rischio; non esiste invece alcun rischio di malaria lungo i principali itinerari turistici del Sud-Est Asiatico, della fascia caraibica e dell’America Latina.

Da tenere in considerazione: il rischio di infezione è altamente legato alla stagionalità; durante il periodo delle piogge, quando l’umidità imperversa, tale rischio aumenta considerevolmente, soprattutto nelle ore che vanno dal tramonto all’alba.

Per la malaria non esiste alcun vaccino, si consiglia dunque di adottare misure di protezione personale (che da sole garantiscano un certo grado di protezione - non eliminando - ma riducendo il rischio di contrarre la malattia anche fino a 10 volte). Per questo noi di Viaggigiovani.it, sconsigliamo di:

  • uscire tra il tramonto e l’alba
  • indossare abiti di colore scuro, con maniche corte e pantaloni corti
  • usare profumi (potrebbero attirare gli insetti)
  • sottovalutare il rischio e non applicare sulla cute esposta e nella propria camera repellenti per insetti a base di N,N-dietil-n-toluamide o di dimetil-ftalato.

Dunque, speriamo di aver semplificato e chiarito ogni aspetto su febbre gialla e malaria. Se così non fosse, inviateci una mail ad Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e cercheremo di rispondervi in modo più esaustivo. Ricordate: prima di ogni viaggio, partite informarti!

L’infografica ha puramente scopo indicativo; per darle valenza riportiamo a questo link le indicazioni specifiche per tutti quei paesi da noi trattati. Sempre e comunque per ogni chiarimento, vaccinazione e/o prevenzione da adottare, contattate il vostro medico di fiducia].


Fonti:

Sito web WHO [Eng]: who.intSito web CESMET: cesmet.comSito web MINISTERO DELLA SALUTE: salute.gov.itAltri articoli WHO [Eng]: Vaccine preventable diseases and vaccines / List of countries territories and areas / Malaria

Infografica:

Amy Segata: Amyswork.com
­

Le nostre destinazioni

Per ogni destinazione, proponiamo itinerari non standardizzati, associati ad uno o più stili e modi di viaggiare.

 
­
×

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Iscriviti e ricevi le nostre idee di viaggio. Lo promettiamo: non ti tempesteremo!